sims treviso serie a

5+1 pillole dalla LBA Serie A nel mese di novembre

Home Rubriche Rubriche Italia

Sono state solo tre le gare di LBA Serie A giocate nel mese di novembre, a causa dello stop per la finestra della Nazionale. Non per questo, però, sono mancati i colpi di scena e le grandi prestazioni. Tra squadre che si confermano ai vertici (Olimpia Milano, inseguita dalla Virtus Bologna), squadre che non riescono a sbloccarsi (Vuelle Pesaro su tutte) e squadre in corso di rivoluzione (Dinamo Sassari e Fortitudo Bologna), il mese di novembre ha rappresentato un crocevia per tutte, dopo un terzo di regular season giocata.

Aldilà dei soli numeri, Basketuniverso.it ha stilato la Top 5 (+1) di novembre di Serie A, con i giocatori e le squadre più influenti sui parquet del massimo campionato.

1 – HENRY SIMS (Treviso Basket) – “Il Trascinatore”

Numeri da capogiro e prestazioni di grande spessore per il centro classe 1990 che, nelle ultime tre gare, viaggia con una media di 20,7 punti, 7,7 rimbalzi ma soprattutto una valutazione di 28,7. Sims si conferma un grande acquisto per la squadra di Menetti, in grado di determinare gli equilibri delle gare grazie il suo contributo, oltre a essere un grande trascinatore del gruppo. Il record di 1-2 rallenta la corsa di Treviso che però è a tutti gli effetti tra i migliori prospetti del campionato.

2 – MITCHELL WATT (Reyer Venezia) – “La Certezza”

Al secondo posto di questa Top 5 troviamo l’affidabile Watt che, esattamente come il vino, sembra migliorare con il passare del tempo. Il centro della Reyer trascina i suoi nei tre successi del mese di novembre grazie a una media di 17,6 punti, 6,3 rimbalzi e 23,6 di valutazione in Serie A. La sicurezza nel pitturato che il classe 1989 infonde a Venezia è una delle caratteristiche che mette più in difficoltà le avversarie e rende davvero pericolosa l’area pitturata della Reyer.

3 – STEFANO TONUT (Reyer Venezia) – “La Bandiera”

Ormai è quasi impossibile non trovare il nome di Stefano Tonut nelle statistiche dei migliori giocatori. La guardia della Reyer Venezia continua il suo percorso di crescita esponenziale, risultando anche Miglior Italiano del mese con 18,7 punti e una valutazione media di 22. In più, da ormai veterano azzurro quale è, non disattende le aspettative in Nazionale, dimostrando di farsi sempre carico delle sue squadre. E, di questo passo, non vediamo l’ora di vederlo su parquet anche più prestigiosi…

4 – NICK PERKINS (New Basket Brindisi) – “La Roccia”

Se nel mese di ottobre è stato il miglior giocatore in assoluto della LBA, a novembre ci si avvicina e ci abitua sempre di più a numeri impressionanti. Il 25enne centro USA, infatti, in questo mese ha viaggiato a 17,7 punti di media e 16,3 di valutazione, riuscendo a essere sempre incisivo sia in attacco che in difesa. Il doppio ko consecutivo arriva contro VNere e Trento, due formazioni lanciatissime, e frena leggermente la corsa di Brindisi che scivola al 4° posto. Niente paura però per la squadra di Vitucci che, con un baluardo come Nick Perkins, ha poco da temere!

5 – KEVIN HERVEY (Virtus Bologna) – “L’Alieno”

Giornata dopo giornata sta crescendo sempre di più, dimostrando le sue innegabili qualità. Hervey, l’ala classe 1996 che sta regalando soddisfazioni alla Virtus Bologna, sin dalla prima giornata ha detto la sua con numeri impressionanti ma, nelle ultime gare, è riuscito a entrare perfettamente nella macchina di Scariolo. Le sue prestazioni sono sempre di un atletismo stratosferico e, combinate alle percentuali in crescita da dietro l’arco, lo rendono un giocatore davvero pericoloso. 14,3 punti di media con oltre il 55% da 3 e 16 in media di valutazione in Serie A.

(+1) – AQUILA BASKET TRENTO – “L’Exploit”

Dopo un inizio di stagione tutt’altro che brillante in Supercoppa (0-4) e le due big (Milano e VBologna) a sbarrare l’avvio in campionato, la squadra di Molin ha cominciato a carburare silenziosamente. Infatti, nonostante in LBA Trento sia sempre stata la formazione della partenza “a rilento”, a contrasto con degli ottimi gironi di ritorno, quest’anno in campionato sta già dimostrando il suo valore. E lo dimostra la sua posizione in classifica: l’Aquila, vincendo lo scontro diretto con Brindisi, si è presa il terzo posto, proprio alle spalle dell’Olimpia e della Virtus. La striscia di 4 vittorie consecutive e l’en plein di novembre lanciano Trento che sta trovando il contributo di tanti giocatori, in un amalgama vincente.

Leggi anche: Minucci a BU: “Bianchi mi è costato 21 giorni di arresti domiciliari! Janning, allenati di più e smettila di scrivere sciocchezze…”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.