A2 Gold: Verona batte, pur soffrendo, anche Ferentino.

Home Serie A2 Recap

Al Palaolimpia di Verona va in scena l’unico anticipo di questa 29° giornata di A2 Gold, tra i padroni di casa della Tezenis Verona e la FMC Ferentino. I veronesi in testa alla classifica, ormai sicuri del primo posto e della certezza di affrontare la post-season, vengono da una giornata di riposo e non perdono da cinque partite di fila. Vogliono chiudere il campionato in bellezza. I laziali, dopo aver vinto contro Agrigento nell’ultima giornata, cercano punti importanti per consolidare la loro sesta posizione ed assicurarsi, così, la post-season.

TEZENIS VERONA 86 FMC FERENTINO 79

(24-24; 23-21; 19-21; 20-13)

Coach Ramagli parte con Umeh, De Nicolao, Boscagin, Ndoja e Monroe; coach Gramenzi risponde con Starks, Bucci, Ghersetti, Thomas e Biligha. La palla due la vince Ferntino che mette a referto i primi due punti sul rimbalzo di Thomas che raccoglie il tiro sbagliato di Ghersetti, Verona risponde da due con Monroe. I primi minuti di gara sono intensissimi e dopo il vantaggio della FMC con la tripla di Biligha, che consente ai laziali di portarsi a +3, la Tezenis risponde con i due punti di De Nicolao che accorciano lo svantaggio a -1. Il pareggio di Verona non si fa attendere e dopo due minuti di gara il tabellone recita 6-6, infatti, dopo il nuovo allungo di Ferentino, Verona rimette in parità la partita con Monroe. La squadra di casa sembra prendere in mano la partita e riesce a scavare un solco di sei punti, dopo i liberi di Umeh il risultato e di 12-6. Ma Ferentino accorcia fino al -2 con Biligha da due. Ad un nuovo piccolo vantaggio della Tezenis, la FMC risponde presente e si porta addirittura sul +2 con la tripla di Pierich. Verona risponde con Gandini e a fine quarto siamo sul 24-24.

Andrea De Nicolao, è il migliore per Verona nel primo tempo. Il classe '91 mette a referto 15 punti e 2 assist nei primi due quarti.
Andrea De Nicolao, è il migliore per Verona nel primo tempo. Il classe ’91 mette a referto 15 punti e 2 assist nei primi due quarti.

Verona nel secondo quarto parte con il piglio giusto e si porta dopo pochi minuti sul +7, sfruttando gli errori al tiro di Ferentino, sono i due punti di De Nicolao a dare il massimo vantaggio, dei primi due quarti, agli scaligeri. La FMC non ci sta e attacca a testa bassa. La Tezenis non riesce a mantenere il vantaggio e la pressione degli avversari si concretizza a metà periodo. Poiché i laziali giungono al pareggio con Allodi che realizza dalla lunetta un solo libero, ma è quanto basta per pareggiarla. Altri minuti di grande intensità con le due squadre che si rispondo colpo su colpo. La Tezenis rimette la testa avanti a ventinove secondi dal termine quando Umeh  realizza da due, +4 per gli scaligeri, ma la FMC piazza il -2 sulla sirena con il tiro di Thomas. Alla fine del primo tempo siamo sul 47-45 per i padroni di casa. Primi due quarti molto divertenti ed entusiasmanti, con le due squadre che sembrano non voler mollare niente agli avversari.

 

All’inizio del terzo periodo Ferentino pareggia subito, Starks la mette da due e punteggio sul 47-47. Monroe risponde per i padroni di casa e Verona si riporta in vantaggio. La Tezenis, però, poi perde la testa e la FMC ne approfitta per portarsi sul +4, grazie ala tripla di Ghersetti che gela il Palaolimpia. Siamo quasi a metà tempo. De Nicolao, oggi grande protagonista, piazza un’altra tripla e riduce lo svantaggio degli scaligeri di solo un punto. Ancora grande intensità, con le due squadre che lottano su ogni pallone, ai vantaggi degli ospiti i padroni di casa rispondono sempre. A 04.47 sul cronometro Monroe prima pareggia dalla linea della carità e poi mette un altro libero per il sorpasso, +1 Verona. Gli scaligeri sembrano poter prendere in mano la partita ma così non è. Dal 60-58 per Verona, dopo un solo libero realizzato da Monroe, si passa, in pochissimo tempo, al 60-62. Thomas la mette da due per Ferentino. Partita che si gioca sul filo di lana, le due squadre non mollano un centimetro e vogliono vincerla ad ogni costo. Il pareggio veronese arriva a due minuti dal termine del periodo, con i due liberi realizzati da Giuri. La FMC riesce a portarsi nuovamente sul +4 con Starks Ghersetti, ma la Tezenis approfitta della tripla sbagliata da Pierich, e dopo aver ridotto lo svantaggio di due punti, la pareggia nuovamente con il tiro da due di Reati. Due tiri dall’arco sbagliati per entrambe le squadre chiudono un quarto bellissimo. Il terzo periodo si chiude in parità, sul 66-66.

Nell’ultimo quarto di gara Verona vuole fare sua la partita, coach Ramagli sembra aver caricato i suoi, che dopo pochi minuti sono già in vantaggio di +4, grazie ai quattro punti consecutivi di Monroe, Ferntino sbaglia da tre e sembra non riuscir a rispondere ai padroni di casa. Ma la musica cambia dopo solo un minuto e prima la tripla di Bucci e poi i due punti di Guarino ribaltano la partita a favore della FMC che conduce di un punto a 07.37 sul cronometro. 70-71 sul tabellone. La Tezenis riparte con orgoglio e determinazione, riuscendo prima a pareggiarla con un libero di Giuri, e poi a mettere la partita in discesa. Si porta infatti sul +6, dopo la tripla di un ancora ottimo Giuri, e questa volta l’allungo sembra essere quello decisivo. Infatti siamo a quattro minuti dalla fine e Ferentino sembra stordita, tanto che sbaglia sia in attacco che in difesa. Ferentino ci prova a rifarsi sotto, riportandosi a 03.41 a soli due punti dai padroni di casa, dopo i due punti di Starks. Verona, però, riesce sempre a tenere un vantaggio minimo, risponde infatti colpo su colpo a Ferentino. A meno di due minuti dal termine il vantaggio degli scaligeri e di soli tre punti, ma Verona non riesce a chiudere la partita, ma neanche Ferentino a recuperarla. Molti, infatti, sono gli errori al tiro delle due squadre. A pochi secondi dal termine, la svolta: Thomas sbaglia per Ferntino e Monroe con una schiacciata ne approfitta per portare Verona sul +5. Ultimi diciotto secondi, Giuri commette fallo, ma Biligha mette a segno un solo libero a cronometro fermo. Ndoja, invece, dopo il fallo dello stesso Biligha, non sbaglia i due tiri liberi, +7 per Verona. Anche l’ultimo quarto si conclude e i padroni di casa si assicurano un’altra vittoria, 86-79 il risultato finale.

La Tezenis, pur soffrendo, fa valere ancora la legge del più forte e batte anche la FMC. Vittoria che arriva solo nel finale di gara. Gli scaligeri, oramai già sicuri del primo posto, si concedono il lusso di non lasciare proprio nulla agli avversari. I play-off sono pienamente meritati. Ferentino, invece, dovrà ancora soffrire per aggiudicarsi un posto nei play-off. I laziali giocano una grande gara e mettono in difficoltà la prima della classe per tutta la partita. Ma a fine gara si devono inchinare alla forza di Verona, giù il cappello comunque per la grande gara di Ferentino.

Darry Monroe, altra grande prova del centro americano e titolo di migliore in campo assicurato.
Darry Monroe, il centro americano di Verona gioca un’altra grande partita e il titolo di MVP della gara non può essere che suo.

MVP, : Darryl Monroe: 22 punti e 10 rimbalzi per il centro americano. IMMENSO!

TABELLINI:

TEZENIS VERONA: PUNTI: Umeh 12, Reati 2, De Nicolao 21, Boscagin 8, Bartolozzi, Ndoja 2, Mazzantini, Gandini 4, Giuri 15, Monroe 22; RIMBALZI: 35 (Monroe 10); ASSIST: 21 (De Nicolao 5)TIRI DA 2: 25/42; TIRI DA 3: 6/21; TIRI LIBERI: 18/23;

FMC FERENTINO: PUNTI: Starks 18, Guarino 2, Bucci 10, Roffi Isabelli , Ghersetti 8, Allodi 3, Biligha 14, Peric 7, Martino, Thomas 17; RIMBALZI: 41 (Thomas 12)ASSIST: 12 (Starks 4)TIRI DA 2: 22/42 TIRI DA 3: 7/22TIRI LIBERI: 14/19;

La classifica sarà aggiornata al termine del turno.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.