Andre Iguodala farà il sesto uomo di lusso nei Warriors di Steve Kerr?

Home

nba_g_andre-iguodala_mb_800

I Golden State Warriors devono compiere l’ultimo passo per potersi ritenere una contender. L’esonero di Mark Jackson e l’arrivo di Steve Kerr sulla panchina vanno visti proprio con quest’ottica. Il primo cambiamento che Kerr potrebbe apportare alla squadra riguarda Andre Iguodala, giocatore molto solido, versatile e decisivo, malgrado le statistiche non siano il suo forte.

L’ultima stagione di Andre Iguodala è stata segnata da qualche infortunio di troppo che lo ha limitato. Il giocatore ha segnato appena 10 punti di media (seconda peggior statistica della carriera dopo i 9.9 nell’anno da rookie), ma non ha fatto mancare il suo apporto difensivo, da sempre l’aspetto migliore del suo gioco. In effetti, è difficile prendere iniziative offensive se si gioca con Curry, Thompson e Lee nello stesso momento e per questo Steve Kerr proverà ad usare l’ala ex-Sixers da sesto uomo, super extra lusso.

Il giocatore ha già detto che per lui non ci sono problemi, se questa è la soluzione ritenuta più opportuna dal coach, Iggy accetterà di partire dalla panchina. Tutto questo per avere di più la palla nelle mani, anche all’inizio dell’azione e per incidere maggiormente su tutto l’arco dei 48 minuti. La soluzione ideata da Kerr potrebbe rivelarsi azzeccata, anche perchè tornerà ad esser titolare Harrison Barnes, autore di una stagione (playoff inclusi) da rookie di altissimo livello che potrà ritrovare così i giusti meccanismi che sono mancati lo scorso anno, probabilmente a causa della “retrocessione” in panchina.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.