Biella sconfigge Le Mans, Fogg trascina i Giants alla vittoria

Coppe Europee Europe Cup

Biella-Le Mans 82-64 

Alan Voskuil: altra prova monstre da 25 punti
Alan Voskuil: altra prova monstre da 25 punti

(22-10; 29-22; 16-17; 15-15)

Il Biella Forum ospita ancora l’Eurochallenge: dopo la vittoria sofferta ottenuta con l’Antwerp Giants, i piemontesi si trovano di fronte il Le Mans, squadra finora imbattuta nel girone grazie ai due successi casalinghi. Sfida difficile che Corbani affronta partendo con Infante, Raymond, Lombardi, Voskuil e Laquintana; coach Kunter inizia con Ignerski, Kahudi, Issa, Ely, Eito. Sono i padroni di casa che dopo un inizio equilibrato piazzano un 13-0 di parziale che mette già una pezza sulla gara: il Le Mans non riesce a segnare, mentre i biellesi arrivano bene a canestro e il primo quarto si chiude con il canestro di De Vico sul 22-10. Il secondo quarto vede il continuo dominio di Biella che, trascinata da Voskuil e Infante, non si ferma: solo Eito trova la via del canestro ma non basta. All’intervallo lungo Biella è avanti 51-32 con Voskuil già a 19 punti. Il terzo quarto però è già più equilibrato: un fino ad allora incolore Ignerski e Beaubois provano a rimettere in corsa gli ospiti ma Raymond tiene alto il distacco della squadra italiana. Dopo il terzo periodo siamo sul 67-49. Nell’ultimo periodo però non c’è reazione da parte della compagine francese: Biella controlla benissimo il match grazie al contributo importante anche di Laquintana e vince 82-64. Biella raggiunge i francesi in testa al gruppo; la compagine di Kunter paga soprattutto un orribile primo tempo in cui ha subito le avanzate della squadra di Corbani.

MVP, Alan Voskuil: il danese si conferma l’arma in più in Europa. 25 punti con 6/11 da 3 punti. Inarrestabile!

TABELLINI: 

BIELLA: PUNTI: Chillo, Laquintana 12, Infante 14, Lombardi 2, Berti 6, Calabrese NE, Raymond 16, Pollone NE, Voskuil 25, De Vico 7, Danna, Marzaioli; RIMBALZI: 32 (Infante 14); ASSIST: 18 (Berti 5); TIRI DA 2: 18/27; TIRI DA 3: 11/28; TIRI LIBERI: 13/17

LE MANS: PUNTI: Ewing 1, Kahudi 4, Yarou 2, Ely 13, Eito 14, Cornelie NE, Mendy 3, Beaubois 10, Ignerski 15, Issa 2; RIMBALZI: 30 (Issa 7); ASSIST: 11 (Eito 4); TIRI DA 2: 13/31; TIRI DA 3: 9/24; TIRI LIBERI: 11/12

KTP Kotka-Antwerp Giants  93 – 112

(29-26; 13-30; 28-28; 23-28)

Nell’anticipo di martedì, la compagine finlandese di coach Heinonen ha ospitato la squadra belga, fino a quel momento ultima nel girone. Il primo quarto ha visto le squadre giocare sui binari dell’equilibrio con i padroni di casa che però hanno trovato il primo vantaggio: tanto spettacolo e punteggio alto. Il vantaggio nel secondo quarto arriva a 7 punti (33-26), ma qui si scatena Fogg: l’americano apre un parziale di 22-4 che mette la partita nelle mani della squadra di coach Vervaeck. Da lì gli ospiti controllano fino all’intervallo che si chiude su 42-56 con Fogg che sigla 25 punti solo in questa prima metà gara, mentre ai finlandesi non basta un buon Ulmer. Nel terzo periodo la musica non cambia con i padroni di casa che non riescono a far fronte alle giocate di Pearson, Ubel e di un ottimo Callahan nonostante Simms, Heinonen e Jefferson si diano da fare: prima dell’ultimo periodo siamo sul 70-84. Nell’ultimo periodo lo stesso Ulmer è autore di una timida reazione dei suoi riportandoli sotto la doppia cifra: da lì in poi però la squadra belga riprende il controllo e raggiunge il massimo vantaggio +23 a 60” dalla sirena. Finisce 112-93. I giants ottengono la loro prima vittoria e raggiungono proprio i finlandesi a pari punti nel girone. MVP, Kyle Fogg: la sua prima parte di gara è devastante ed è lui ad aprire il parziale da cui il Kotka non si riprende più. 33 punti, 5 rimbalzi, 3 assist e un plus-minus di +19: MONSTER!

 

Per la classifica cliccate qui.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.