Brescia-Pesaro, le pagelle: bene tutta la Germani, Pusica ed Eboua stoici

Home Pagelle Serie A

GERMANI BASKET BRESCIA

A. Zerini 6: Ha dato fiato a Horton e Cain in maniera positiva. Compito svolto senza troppi errori.

A. Warner 6: Tanto spazio nel secondo tempo, nei 20 minuti di garbage time, dove si è preso  qualche licenza. Ma anche la sua partita è, ovviamente, sufficiente. Accolta anche la preghiera da dietro la metà campo a fine gara per il centesimo punto.

A. Abass 7: Pronti, via e due falli in meno di un minuto e mezzo; ma subito si riprende e piega le gambe in difesa e si fa trovare pronto. Ha colpito quando serviva e in difesa, dopo quell’inizio non brillante, non ha nemmeno dovuto sudare troppo contro Drell.

T. Cain 8: La sua partita si spiega dicendo che, per stazza in confronto agli avversari, è stato come se un padre avesse giocato contro il figlio. Eboua è stato comunque da applausi, nonostante tutto non ha mai mollato un centimetro; ma la differenza tra i due è troppo grossa. Quasi troppo facilmente si potrebbe dire, si porta a casa il titolo di MVP del match: 18 punti, 8 rimbalzi per 27 di valutazione in 15 minuti.

L. Vitali 7,5: Gli viene tutto facile in attacco, sia contro la uomo che contro la difesa a zona. Fa muovere bene la palla e i compagni. Solo 5 punti, ma 10 assist senza aver perso un pallone.

T. Laquintana 7: Dalla panchina ha dato tanta energia; molto meglio di Mussini, tenuto molto bene a bada, nel duello personale.

D. Lansdowne 7: Dopo i primi 15 minuti, si vedeva in maniera evidente che si stava gestendo senza premere mai sull’acceleratore. In difesa si è riposato spesso, forse un po’ troppo, ma d’altronde la partita glielo ha permesso.

K. Horton 7,5: Tanti minuti nel primo tempo, quando c’era ancora una parvenza di partita. E’ uno di quelli che ha messo il primo segno del grande solco scavato da Brescia. Avere contro Zach Thomas in difesa ha sicuramente aiutato.

D. Moss 6,5: In 15 minuti: difesa, due triple che hanno sancito la fine della gara e la solita visione di gioco.

B. Sacchetti 6,5: Un quarto d’ora in campo nel quale si gestisce (pensando magari alla coppa) e gioca con intelligenza.

T. Guariglia 6: Oltre a 20″ nel secondo tempo, gioca anche quasi tutto il quarto periodo in maniera positiva.

L. Dalco 6: Esordio in Serie A, peccato non sia arrivato il canestro.

All. Vincenzo Esposito 7: Tutto sin troppo facile per i suoi. Alterna i suoi ragazzi, mandando in campo anche ragazzini visto il match, pensando già ai prossimi impegni della sua Brescia.

CARPEGNA PROSCIUTTO BASKET PESARO

J. Barford 3: Oltre agli infortuni che hanno decimato la Vuelle, va aggiunta la totale assenza dalla partita della guardia di coach Perego. Con il corpo era al PalaLeonessa, chissà dov’era con la mente.

H. Drell 3: In attacco, eccezion fatta per una tripla, ha segnato solo a partita virtualmente chiusa; in difesa è stato mangiato ed è sempre arrivato in ritardo nei close-out. Peggiore assieme a Barford.

F. Mussini 4: Dalla panchina dovrebbe dare riposo a Pusica, ma l’ex Reggio non entra mai in partita ed è sempre sopraffatto dalla fisicità degli avversari su entrambi i lati del campo.

V. Pusica 6: L’unico che ha provato a tenere su la baracca assieme ad Eboua. 25 punti e 5 assist; sprazzi di talento di un giocatore che è, assieme ad altri, sulla graticola. Ha provato a dare una dimostrazione che forse il problema principale non è lui, si vedrà…

P. Eboua 6,5: Stoico. Da applausi. Cain fa 8/8 dal campo e anche Horton lì sotto si è fatto sentire; ma Paul Eboua, che è tutto fuorché un 5, non ha mollato di un centimetro per tutta la partita. 5 punti, 5 rimbalzi, 4 falli subiti e 3 stoppate; magari non sono numeri incredibili, ma la sua partita è più che sufficiente per il cuore messo in campo.

B. Basso s.v.: Solo 3 minuti in campo per il giovane Basso. Visto come si era messo il match, coach Perego avrebbe potuto utilizzarlo anche un po’ di più.

Z. Thomas 3,5: Il mezzo punto solo perché Barford e Drell hanno fatto peggio. Ma questo ragazzo sta dimostrando partita dopo partita di essere completamente inadatto alla Serie A.

S. Zanotti 5: Viste le numerose assenze in casa Carpegna Prosciutto parte in quintetto e si presenta con due triple e un poster ai danni di Vitali; poi il nulla…

All. Federico Perego 5: Se il tuo roster, già corto di suo, vede 3 defezioni importanti puoi fare ben poco. Quando ha usato la zona, Brescia ha ampliato ancora di più il margine martellando da dietro l’arco. Poteva fare ben poco di più oggi…

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.