brandon jennings

“Bucks in 6”, Brandon Jennings sarà in tribuna per Gara-6 delle Finals

Home NBA News

Brandon Jennings ha giocato la propria ultima partita nel 2018, con lo Zenit San Pietroburgo. L’ultima gara in NBA risale a qualche mese prima, con i Milwaukee Bucks, squadra con la quale parecchie stagioni prima aveva esordito nella Lega, tra l’altro sorprendendo tutti e mettendo a segno 55 punti in una partita contro gli Warriors. Sembravano esserci tutte le premesse per un’ottima carriera NBA che poi in realtà non c’è stata: dopo i primi anni, lasciati i Bucks, Jennings ha avuto molte difficoltà a ritagliarsi un ruolo definito.

I tifosi di Milwaukee lo portano però nel cuore, nonostante con lui siano arrivate solo due eliminazioni al primo turno di Playoff. I più ferrati si ricorderanno in particolare un episodio relativo alla postseason del 2012-13: i Bucks dovevano affrontare i Miami Heat dei Big Three al primo turno e Jennings si lanciò in un azzardato pronostico. “Bucks in 6” disse serissimo il giocatore davanti alle telecamere prima dell’inizio della serie. Risultato: un sonoro sweep subito per mano degli Heat, 4-0. Un episodio che in molti hanno ancora nella mente e che a distanza di tanti anni fa ancora sorridere. Ma la notizia è un’altra: Jennings sarà in tribuna stanotte, per Gara-6 delle Finals tra Bucks e Phoenix Suns. Milwaukee può davvero vincere, stavolta però l’anello NBA, “in 6”. Un cerchio che si chiuderebbe alla perfezione.

Oltre a Jennings, presente al Fiserv Forum di Milwaukee ci sarà anche un altro grande giocatore dei Bucks di quel periodo: Michael Redd.

LEGGI ANCHE:

Giannis Antetokounmpo su LeBron James e Space Jam

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.