Cremona gioca un’altra buona partita ma vince la Fortitudo di un ottimo Aradori

Home Serie A Recap

FORTITUDO BOLOGNA 96-77 VANOLI CREMONA

(25-23, 25-22, 23-22, 23-10)

La Fortitudo sfoggia il suo talento offensivo e guidata dai 24 punti di Aradori e dalla partita a 360° di Fantinelli (6 punti, 7 rimbalzi e 6 assist) vince contro Cremona che gioca, come contro la Virtus, ancora senza tre dei suoi americani ma tiene botta per tre quarti prima di lasciare il campo ai suoi giovani. Bene Jarvis Williams (20 punti e 6 rimbalzi) e l’impatto di Andrea Donda (13 punti e 11 rimbalzi).

La Vanoli Cremona ritrovi due grandi ex, Ethan Happ e soprattutto coach Meo Sacchetti, ed è proprio il prodotto di Wisconsin a creare i primi grattacapi alla difesa di coach Paolo Galbiati in un primo quarto estremamente frizzante che vede Cremona tenere botta grazie a un super Jarvis Williams (che supera i 7 punti della partita precedente in meno di 6 minuti) e alla gestione del pallone di Poeta e Cournooh (25-23 al 10′). Non da meno è la capacità di innescare i compagni di Fantinelli e la Effe cerca il primo allungo con i canestri di Pietro Aradori ma il ritmo abbassato del secondo quarto favorisce la Vanoli che con due triple di Mian arriva addirittura sul +6. Il time-out di Sacchetti è provvidenziale e con un parziale di 17-5 la Fortitudo ritorna avanti ma nonostante le assenze e la scarsa percentuale al tiro da tre punti Cremona rimane a contatto chiudendo il secondo quarto, e in generale un primo tempo dagli attacchi prolifici, sotto di soli 5 punti (50-45).

Williams ricomincia da dove aveva terminato il quarto precedente, ben coadiuvato dall’ottimo impatto di Donda. La Fortitudo però trova con costanza ed efficacia i viaggi in lunetta e allunga fino al massimo vantaggio sul +13 con la tripla del solito Aradori. Cremona continua a non trovare il fondo della retina dalla distanza fino alla tripla di Palmi che riavvicina la Vanoli al -6 a fine terzo quarto (73-67). Nel quarto quarto coach Galbiati lascia ancora una volta spazio ai suoi giovani che comunque non sfigurano (anche per la tanta voglia con cui mettono piede in campo) ma ciò consente alla Effe di giocare sul velluto e vincere la prima partita della sua Supercoppa.

BOLOGNA: Banks 14, Aradori 24, Mancinelli 3, Dellosto 4, Fletcher 13, Palumbo 4, Fantinelli 6, Happ 8, Withers 18, Totè 2.

CREMONA: Feraboli, Marchetti 3, Trunic 3, Gallo 2, Williams 20, Poeta 7, Mian 8, Ferrari, Cournooh 12, Ariazzi, Palmi 9, Donda 13.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.