Cremona scappa già a inizio partita e domina il recupero contro Cantù

Home Serie A Recap

VANOLI CREMONA 101-67 PALLACANESTRO CANTÙ

(27-14, 24-22, 21-18, 29-13)

Non bastano l’assenza di Jaime Smith e i problemi intestinali di Pecchia a giustificare una tale sconfitta per Cantù che resta in partita solo i primi 5 minuti poi viene surclassata da Cremona che, ancora con la zona come contro Reggio, imbriglia l’attacco avversario e si guadagna punti facili nell’altra metà campo. In mezzo alla prova corale della Vanoli spiccano un’altra doppia doppia da 14+14 per Marcus Lee, il 5/7 da tre punti di un chirurgico Hommes, ancora un ventello per Jarvis Williams e i 16+9 assist dell’omonimo TJ. Per i canturini si salva solo Procida, autore di 15 punti con 3/6 da tre, 5 rimbalzi e 3 recuperi.

Cremona parte ancora con Marcus Lee in panchina e Cantù cerca di sfruttare la sua assenza per cercare conclusioni all’interno del pitturato e catturare rimbalzi offensivi, mentre la Vanoli cerca più il gioco perimetrale e ci riesce con il solito Hommes. Con il centro prodotto di Kentucky in campo Cremona passa alla zona 2-3 e blocca totalmente l’attacco canturino piazzando a cavallo dei primi due quarti un parziale di 21-2 cavalcando lo stesso Lee, trovato benissimo sui pick and roll, e TJ Williams (29-14 al 10′). Il timeout di Pancotto, grande ex, a inizio secondo quarto dà i suoi frutti e Cantù torna sotto la doppia cifra di vantaggio grazie soprattutto a un ottimo Procida (7 punti in pochi minuti). Hommes riparte da dove si era fermato (devastante 4/5 da tre a fine primo tempo), TJ Williams è un rebus per la difesa canturina (13 punti e 6 assist al 20′) e altre palle perse di Cantù, nonostante Leunen che agisce da playmaker aggiunto, mandano le squadre al riposo lungo sul 51-36.

La Vanoli non si ferma e con le triple di Mian e Hommes raggiunge il massimo vantaggio (+23) ma Cantù non si scompone, gioca possesso per possesso e con un buon impatto di Bayehe, grezzo ma efficace, prova a rifarsi sotto costringendo coach Galbiati al timeout. La difesa cremonese torna a stringere un giro di vite e in attacco con l’ennesime giocate al ferro di Lee e stacca nuovamente gli ospiti chiudendo il quarto sul 72-54. La partita si chiude definitivamente a inizio quarto quarto quando sale in cattedra anche Jarvis Williams che, in concomitanza al crescere delle palle perse di Cantù, allunga ulteriormente per Cremona lasciando spazio solo a minuti di garbage time a chi solitamente gioca di meno per entrambe le squadre. Cremona a fine partita scollina anche quota 100 e sigla così la seconda vittoria consecutiva al ritorno dallo stop causa Covid.

Cremona: T. Williams 16, Trunic, J. Williams 20, Poeta 3, Mian 6, Lee 14, Cournooh 7, Palmi 10, Hommes 23, Donda.

Cantù: Thomas 7, Kennedy 2, Woodard 7, Procida 15, Leunen 7, La Torre 2, Lanzi, Johnson 10, Bayehe 13, Baparapè NE, Pecchia 4, Caglio.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.