Esordio amaro per Milano, a Brindisi è già sconfitta da Dyson e James

Home

Enel Brindisi VS Domotecnica Ostuni /Tifoseria Enel Brindisi

Enel Brindisi – Olimpia Milano 88-80 (20-15, 37-41, 61-58, 88-80)

Primo Quarto

L’Olimpia Milano parte con il quintetto composto da Alessandro Gentile, Keith Langford, Samardo Samuels, David Moss e Curtis Jerrels, l’Enel Brindisi risponde con Delroy James, Jerome Dayson, Ron Lewis, Michael Snaer e Folarin Campbell. Proprio la squadra di casa parte forte e, dopo il 6-7 firmato da David Moss con una tripla, cerca di scappare con un parziale di 7-0 chiuso dalla schiacciata di Lewis. Milano si rifa sotto con Samuels sul 14-10, ma il jamaicano sbaglia il secondo libero e l’EA7 subisce un altro parziale di Brindisi, che si assesta sul 18-10 in seguito al canestro di Dyson. Errore di Jerrels dall’altra parte e timeout di Milano, che deve riordinare le idee. Le parole di coach Banchi, all’esordio oggi, portano alla tripla di Langford che accorcia sul 20-13, poco dopo è ancora la guardia statunitense a colpire per il -5. Sul 20-15 si conclude il primo quarto dopo una serie di errori al tiro e palle perse, in luce Jerome Dyson già a quota 8 punti.

Keith Langford, autore di 29 punti
Keith Langford, autore di 29 punti

Secondo Quarto

La seconda frazione si apre con un altro errore di Jerrels, che però è abile a catturare il rimbalzo offensivo, la palla finisce all’altro esordiente in maglia bianco-rossa, CJ Wallace, che serve Nicolò Melli per il -3. Il neo-entrato Miroslav Todic segna 4 punti consecutivi e ricaccia indietro Milano (24-17), ma Langford segna di nuovo per il -5. Capitan Bulleri converte un gioco da 4 punti e allunga ulteriormente, poco dopo Aminu segna il +11, massimo vantaggio fin qui per Brindisi. La schiacciata di Samuels a 3 minuti dalla sirena di fine quarto mette il punto esclamativo sul parziale di 6-0 di Milano, che si riporta a -4 e costringe coach Bucchi a chiamare timeout. Matteo Formenti e David Moss segnano due triple consecutive e il divario rimane invariato, poi Samuels e Langford dalla lunetta scrivono il -1. Poco dopo è ancora David Moss a colpire per il primo vantaggio dell’Olimpia fin dal primo quarto (36-35), lo stesso ex Siena segna due liberi per il 38-35. Si va all’intervallo con Milano avanti 41-37 in seguito ai tiri liberi segnati da Langford, già a quota 11 punti (Moss 12).

Delroy James, fondamentale nel terzo quarto per Brindisi
Delroy James, fondamentale nel terzo quarto per Brindisi

Terzo Quarto

Molti errori al tiro aprono il terzo quarto, il primo canestro lo trova Brindisi con la schiacciata di Aminu (41-39) dopo circa un minuto dal rientro in campo. James cattura poco dopo il rimbalzo offensivo e ribadisce a canestro per la parità a quota 41, convertendo anche il libero supplementare (42-41), ma il giocatore di Brindisi è scatenato e propizia un altro gioco da tre punti raggiungendo quota 10 punti e permettendo ai suoi di portarsi sul +4. Dopo un timeout di Milano, Gentile e Moss firmano la parità, mente è ancora James a portare Brindisi a +2. Langford è l’unico che tiene a galla Milano con 11 punti consecutivi, mentre l’Enel Brindisi rimane davanti 61-58, punteggio con cui si chiude il terzo periodo.

Quarto Quarto

L’ultimo periodo si apre con i primi punti in maglia Olimpia per Haynes, a cui risponde subito Dyson con 4 punti consecutivi (65-60). Moss, insieme a Langford il migliore dei bianco-rossi, accorcia, ma stavolta è Snaer a segnare dall’altra parte da tre punti. Milano è in evidente difficoltà e Banchi è costretto a chiamare timeout. L’inerzia è però del tutto favorevole ai pugliesi, che trovano i canestri di Snaer e Campbell per il +11, Todic fa +13, massimo vantaggio della gara. Langford e Samules firmano il -8 per Milano, CJ Wallace il -6, ma ancora Todic dalla lunga distanza riscrive l’84-75 per Brindisi. Langford risponde con un’altra tripla, la terza su sei tentativi della propria partita, mentre si entra nell’ultimo minuto di gioco. Moss dalla lunetta segna il -4 (84-80), ma Dyson dall’altra parte chiude virtualmente il match convertendo un gioco da tre punti e successivamente segnando i liberi del definitivo 88-80.

Enel Brindisi: James 17, Dyson 18, Lewis 13, Snaer 7, Campbell 7, Todic 14, Aminu 5, Bulleri 4, Zerini, Formenti 3, Leggio, Morciano. Coach: Bucchi

Olimpia Milano: Langford 29, Moss 19, Samuels 11, Jerrels, Gentile 7, Melli 8, CJ Wallace 4, Cerella, Haynes 2, Tourè NE. Coach: Banchi

Migliore in campo: Delroy James

Peggiore in campo: Curtis Jerrels

[banner network=”altervista” size=”300X250″ align=”aligncenter”]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.