Macura Tortona

F8, le pagelle di Trieste-Tortona: Daum, Sanders e Macura i migliori, due sole sufficienze per l’Allianz

Home Pagelle Serie A
ALLIANZ TRIESTE

A. Banks 6: In avvio lascia mettere in ritmo i compagni, muovendo bene la palla e creando dalle situazioni di pick and roll. In seguito si mette in ritmo con buoni tiri dalla media distanza ed è poi lui che tiene a contatto Trieste nel momento di difficoltà del secondo quarto. Alla pari di tutti i compagni soffre molto la difesa della Bertram nel terzo quarto e si fa notare molto meno perdendo anche qualche palla di troppo. Alla fine è comunque l’ultimo a mollare e mette a referto 21 punti con il 64% dal campo.

C. Davis 5: Dopo un inizio promettente, dove si è preso buoni tiri, ha iniziato a forzare un po’ troppo e si è perso. Nel terzo periodo è uscito definitivamente dalla partita anche a livello mentale, come testimoniato dal facile reverse sbagliato.

T. Alexander 5,5: Il nuovo arrivato, tesserato in extremis per queste Final Eight, resta in campo un quarto d’ora dove non brilla e fatica a mettersi in ritmo.

S. Konate 6,5: Sicuramente il migliore dei suoi, l’unico a mettere in difficoltà continuativamente i lunghi avversari. All’inizio è ne mette subito 6 costringendo Ramondino a togliere dal campo Cain, poi rimane stranamente molto fuori nel secondo periodo, ma una volta tornato sul parquet dà nuovamente il suo contributo. Chiude con 13 punti e 8 rimbalzi.

L. Deangeli sv: Gioca tutto il quarto periodo, a partita già virtualmente chiusa.

F. Mian 5: L’unica nota positiva nella sua gara sono i 5 punti, per il resto in difesa ha sofferto tantissimo contro Daum.

M. Delia 5: Esattamente come tutti i lunghi triestini, eccezion fatta per Konate, ha faticato tantissimo contro Cannon e compagnia, tanto da commettere 3 falli e raccogliere 1 solo rimbalzo in 22 minuti.

L. Campani 5: In soli quattro minuti d’impiego nel primo tempo viene dominato dagli avversari. Coach Ciani lo lascia poi in panchina per tutta la ripresa.

D. Cavaliero 5: Gioca solo 4 minuti dove sbaglia due tiri e in difesa non tiene gli uno contro uno avversari.

L. Campogrande 5,5: Nel primo tempo vale lo stesso discorso fatto per Campani: Macura per lui è un vero e proprio incubo. Nel secondo tempo però riesce a migliorare la sua prestazione scrollandosi la polvere di dosso e segnando qualche canestro. Buona parte dei 15 totali sono arrivati a partita già chiusa, la sua prova non raggiunge la sufficienza.

A. Grazulis 5: In avvio è molto combattivo vicino al ferro, segnando anche punti importanti su seconde chances che si è costruito. Nel secondo tempo cala bruscamente di intensità e Mike Daum non solo gli prende le misure in difesa, ma gli rende la vita un inferno in difesa.

All. Franco Ciani 5: Dopo un inizio convincente i suoi si sono persi per strada, soprattutto a cavallo tra fine secondo quarto e inizio del terzo dove Tortona ha costruito il suo vantaggio. La scelta di tenere in panchina Konate per tutta la fine del primo quarto e la prima metà del secondo forse non è stata delle migliori, considerando che Campogrande e Campani non sono stati efficaci contro i lunghi avversari.

BERTRAM DERTHONA TORTONA

J. Cannon 6,5: Il nativo di Allentown ha vita facile contro Campani, riuscendo a muoversi bene vicino al ferro e centrando il bersaglio grosso da oltre l’arco. A complicargli un po’ le cose ci ha provato Konate, contro di lui il lungo di coach Ramondino non è riuscito a essere altrettanto incisivo.

A. Filloy 6: Entra bene dalla panchina, rivelandosi un ottimo jolly. Non solo ha fatto buona guardia su Davis, sebbene paghi una netta differenza di velocità e primo passo, ma anche in attacco ha messo a referto punti importanti.

L. Baldi sv: Gioca l’ultimo minuto di gara.

B. Mascolo 6,5: Così come il compagno di reparto Filloy si alterna bene in marcatura su Davis e Alexander, paga giusto qualche scelta un po’ troppo azzardata in attacco dove perde 6 palloni. Prestazione comunque positiva per il ragazzo di Castellamare che sfiora la doppia doppia con 9 punti e 8 rimbalzi

L. Severini 5: In quasi mezz’ora di impiego non lascia il segno.

J. Sanders 7: Assieme a Daum e Macura è uno dei principali artefici della vittoria della Bertram. Al contrario dei compagni che hanno avuto un exploit in un quarto, lui è stato costante lungo tutto l’arco del match. Fondamentali le due triple nel secondo quarto quando Trieste cercava di tornare in partita. Chiude con 17 punti con il 67% dal campo e 6 assist.

M. Daum 7: Inizialmente in difesa non è stato eccellente, commettendo subito due falli. Ma nella metà campo offensiva ha dato il meglio: nei primi due quarti si è messo in moto, poi nel terzo segna 13 dei suoi 22 totali permettendo alla Bertram di fuggire definitivamente.

T. Cain 6: Nelle prime battute di gara viene subito messo in mezzo al pick and rolla tra Banks e Konate e si trova in difficoltà. Il lungo avversario non gli rende la vita facile nemmeno in attacco, dove non riesce a essere costante. Grazie al lavoro dei compagni, che hanno messo la partita in ghiaccio, può giocare più serenamente nella ripresa e migliorare la sua prova.

J. Macura 7: Nel primo quarto sta in campo per solo due minuti, con coach Ramondino che lo richiama in panchina e lo striglia per l’atteggiamento difensivo. Al ritorno in campo vuole dimostrare di che pasta e fatto e non solo piega le gambe in difesa, ma inanella una serie di canestri che danno il via alla fuga di Tortona. Alla fine dei conti è il miglior realizzatore dei suoi con 23 punti con un bell’8/15 dal campo.

All. Marco Ramondino 6,5: Bravo a fermare la partita appena l’intensità non era ai massimi: all’inizio e nel tentativo di triestino di rientrare nel secondo quarto. L’intensità tanto fisica quanto mentale ha permesso di dominare la partita e imporre il proprio ritmo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.