Hackett a Milano: manca l’ufficialità, ma spuntano già le polemiche

Home

BASKET-EURL-UNICAJA-MONTEPASCHI

Milano sembra ad un passo dal firmare Daniel Hackett ed oggi dovrebbe essere la giornata decisiva per vedere la guardia della nazionale sotto la Madonnina.Secondo le ultime indiscrezioni manca l’accordo sulla NBA escape, tema abbastanza caldo dato che l’ormai ex giocatore di Siena tenterà il salto dell’oceano la prossima stagione.

Le lamentele dei tifosi

Nonostante non ci sia nessuna voce ufficiale da parte della tifoseria organizzata dell’Olimpia, sembra che l’arrivo del nativo di Forlimpopoli non sia cosa gradita a tutto l’ambiente biancorosso. Il motivo è presto detto: i meneghini non hanno dimenticato il gran rifiuto di quest’estate, che aveva rischiato di tappare le ali al progetto di ricostruzione dell’EA7, con Hackett che preferì rimanere a Siena e ridursi l’ingaggio piuttosto che approdare nel capoluogo lombardo. Inoltre le voci più sibilline affermano che la scelta di Hackett è strettamente legata all’Eurolega: essendo all’apice della carriera Daniel non può certo rinunciare ad una vetrina importante come quella delle top16, soprattutto in prospettiva del famoso “salto” dell’anno prossimo.

L’apporto di Hackett a Milano

Chiariamoci: nonostante la squadra di Giorgio Armani disponga di guardie di buon livello, avere un giocatore come Hackett nel proprio roster significa avere sicuramente più solidità. Per coach Banchi la guardia può essere la pedina giusta per fare il salto di qualità: Daniel è un personaggio grintoso, capace di trascinare la squadra anche nei momenti più bui, dotato di fondamentali più che discreti e con un fisico che gli permette di difendere sia una guardia che un’ala (piccola ma non solo), caratteristica che lo rende uno dei migliori difensori europei sul pick&roll.

Questa scelta della dirigenza di Piazzale Lotto è chiaramente indirizzata a cercare di vincere il campionato già quest’anno e di arrivare più in là possibile in Eurolega, anche se probabilmente l’arrivo di Hackett non aiuta l’Olimpia a creare un progetto vincente che possa durare negli anni: infatti giocatori come Gentile avranno meno minuti e meno possibilità per crescere ed esprimere il loro potenziale.

Haynes il taglio più probabile

Per dare spazio a Daniel Hackett verrà con tutta probabilità Marquez Haynes, autore di un inizio di stagione veramente pessimo avendo prodotto in 14 minuti di gioco 5 punti tirando col 37 %. Il giocatore che giocò con Jared Dudley, ha dimostrato soprattutto di non essere un giocatore di squadra, distribuendo 9 assist in 10 partite.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.