Infortuni NBA: stagione finita per Horford, James e Beal ai box. Si avvicina l’esordio di Noel

Home

al-horfordPartiamo dalla notizia peggiore: Al Horford si è lacerato completamente il muscolo pettorale e sicuramente finirà la stagione ai box. Horford, che stava viaggiando a 18 punti e 8 rimbalzi abbondanti di media, ha inviato un SMS a David Aldridge confessando che un suo ritorno sarebbe altamente improbabile anche se gli Hawks riuscissero a conquistare i Playoff. Ad Atlanta dovranno ora valutare se continuare a lottare per raggiungere un posto ai PO o, visto che la loro stella sarà out per tutta la parte restante di RS, accettare di perdere per sperare in una scelta importante al draft.

Anche Bradley Beal ha subito un infortunio al ginocchio del quale è ancora ignota la reale entità. Il giocatore dei Wizards si è già fermato per 20/30 giorni in questa stagione e, per precauzione, subirà vari controlli medici. Sembra più lieve il problema di LeBron James, infortunatosi all’inguine durante il match contro i Kings. Purtroppo però potrebbe essere costretto a saltare il grande match tra i suoi Heat e i sorprendenti Trail Blazers.

Passiamo ora a notizie più confortanti. Nerlens Noel, probabilissima prima scelta dell’ultimo Draft (in cui verrà scelto con la #6 a causa dei suoi problemi fisici), sta recuperando al meglio. La vera notizia per i tifosi dei 76ers è che ha messo su già 7 Kg di massa muscolare (ora pesa 101 Kg) e che sta lavorando talmente tanto sul tiro e sui movimenti offensivi, fino alla scorsa stagione inesistenti, da sembrare completamente un giocatore diverso, lo testimoniano varie fonti che hanno assistito ai suoi allenamenti.

Altre notizie positive giungono da Miami, Greg Oden infatti sta aumentando l’intensità dei suoi allenamenti. Giorni fa, Dwyane Wade, ha parlato di un Oden frustato ma pronto a continuare la sua lotta. Ad oggi il rientro di Greg sembra più vicino (anzi, più probabile) ma di certo non si parla di pochi giorni. La dirigenza ed i tifosi degli Heat, vorrebbero averlo in campo per qualche partita alla fine della stagione in modo da ricevere 10/15 minuti di qualità in un eventuale serie contro Indiana e, soprattutto, contro Hibbert.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.