ken mauer

Ken Mauer, famoso arbitro NBA, si è ritirato perché non voleva vaccinarsi

Home NBA News

Ken Mauer è stato per anni uno degli arbitri di spicco della NBA per anni: nel 2006 arbitrò le sue prime Finals e da lì non si è più fermato. Fino a quest’anno. A 66 anni, Mauer ha deciso di ritirarsi dal mondo dell’arbitraggio e, durante un’ospitata al programma “Fearless”, ha affermato di averlo fatto perché la NBA voleva obbligarlo a vaccinarsi. Da questa stagione infatti, per poter giocare regolarmente la stagione, la Lega ha deciso che addetti ai lavoratori, coach, arbitri e tutti coloro che non sono giocatori ma girano intorno ad essi avrebbero dovuto vaccinarsi per poter proseguire le proprie attività. Solo per i giocatori questa è rimasta una “scelta”, per motivi facilmente riconducibili al business e allo spettacolo.

Nel suo intervento, Ken Mauer, estremamente religioso, ha denunciato la NBA.

Non ho mai pensato che la vede in nostro Signore Gesù Cristo mi avrebbe impedito di arbitrare delle partite in NBA. Questo è ciò che è successo.

Ci sono molti arbitri che sono stati obbligati a vaccinarsi perché hanno dei bambini, hanno delle famiglie, e devono pagare le bollette. Sono spaventati, ma io no. Io non mi vaccinerò mai. Non mi vergogno di ciò che sto facendo, anzi. Sono molto orgoglioso di quello che sto facendo, sono molto fiero della mia fede.

Insomma, Mauer ha deciso di non vaccinarsi per motivi religiosi. Come raccontato nel corso dell’intervista e raccolto da diversi media tra i quali anche Marca, l’ormai ex arbitro avrebbe fatto questa scelta dopo aver condotto delle ricerche personali. Ad oggi Mauer è infatti convinto che i vaccini siano fabbricati con i tessuti dei feti abortiti e per questo motivo non intende iniettarseli in corpo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.