garnett

Kevin Garnett attacca il proprietario dei Timberwolves, che risponde: “Non mi ha mai contattato per comprare la franchigia”

Home NBA News

Qualche mese fa si era parlato di una cordata interessata all’acquisto dei Minnesota Timberwolves e della corrispettiva squadra di WNBA delle Minnesota Lynx. Di questo gruppo di possibili acquirenti faceva parte anche Kevin Garnett, per anni giocatore simbolo della franchigia, intenzionato a riportarla ai vecchi splendori che sono ormai lontani decenni. A quanto pare però Glen Taylor, attuale proprietario dei T’Wolves, avrebbe deciso di non vendere la squadra alla cordata di KG, che comunque non era l’unica interessata.

Nelle proprie storie Instagram nelle scorse ore, Garnett, che nel passato recente aveva già criticato Taylor per la sua gestione della franchigia, si è sfogando attaccando nuovamente il proprietario dei Timberwolves:

Ho appena ricevuto la notizia che il processo di acquistare i T’Wolves è saltato per me e il mio gruppo… Grazie Glen per essere stato te stesso e ciò che sapevo che fossi! Buona fortuna e ti auguro il meglio con ciò che noi abbiamo costruito! Mi sa che è il momento di concentrarsi su altri posti: Seattle, Vegas… Pazzesco che uno dei giocatori che hanno aiutato a costruire questa franchigia come fosse la loro casa non possa possederla, ma solo affittarla. F*****o, è uno scherzo! Ma tanto ci perdi tu, guarderemo altrove. Non sono ferito, sono solo deluso.

Stavolta Taylor ha risposto parlando direttamente con The Athletic e smentendo sostanzialmente di aver mai ricevuto un’offerta da parte di Garnett:

Kevin non mi ha mai contattato né mi ha detto di essere interessato all’acquisto. Il suo nome non era presente in alcuno dei gruppi di acquirenti che hanno chiesto informazioni finanziarie sulla vendita. 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.