La Benacquista Latina doma con fatica una coriacea Stella Azzurra

Recap

Vittoria con brivido annesso. Avanti di 16 punti alla fine del secondo quarto contro la Stella Azzurra Roma, la Benacquista Latina ha seriamente rischiato di vedersi scivolare tra le dita un successo che aveva in pugno registrando una flessione di rendimento nei due quarti restanti ma riuscendo poi a tenere in pugno la gara, illuminata soprattutto dalle intuizioni di Lewis, Gilbeck  e Baldasso. I capitolini di coach Germano D’Arcangeli, autori di un’ottima gara, hanno loro malgrado incamerato l’ottavo stop stagionale in altrettante gare. Non è bastata loro l’ispirazione di un Thompson in grado di trasformare in oro ogni palla a spicchi che toccasse e autore alla fine di uno score di ben 29 punti.

 

PRIMO QUARTO – Nelle battute d’avvio si assiste a una fiera campionaria dell’errore da una parte e dall’altra, a scuotere per primo il canestro è Gilbeck che con un tiro libero porta i padroni di casa sull’1-0. Per vedere la prima operazione di cecchinaggio cestistico su azione occorre attendere il terzo minuto quando Laster ribalta la situazione a favore degli ospiti: 1-2. Le percentuali permangono bassissime. Latina riesce comunque ad allungare con Gilbeck e Lewis portandosi sul 5-2. Lo stesso Gilbeck e Baldasso incrementano il bottino e allungano il fossato con gli ospiti fino al 10-2. La Stella Azzurra batte un colpo con Thompson ma è troppo poco perchè Benetti, subito dopo, colpisce ancora di fioretto su opposto versante. Il solito Thompson, però, riavvicina i capitolini estraendo dal cilindro tre triple di fila, Bisconti e Passera, però, rimettono Latina in accelerazione facendole concludere il primo quarto avanti per 23-13.

SECONDO QUARTO – Laster riporta sotto la Stella Azzurra con un fulmineo 4-0, Lewis riporta i pontini a più otto, Thompson riduce di nuovo il divario con due tiri liberi ma Raucci ripristina la distanza precedente. Latina trova il modo di allungare ulteriormente grazie a Baldasso e capitan Raucci che la portano avanti di più dodici sul 35-23. La Stella Azzurra si rifà sotto con due liberi di Thompson e un canestro di Menalo obbligando il coach pontino Franco Gramenzi a chiamare il timeout per riordinare le idee con i suoi. La pausa porta buoni esiti ai padroni di casa che affondano la lama con Gilbeck e Lewis, poi Raucci e Bisconti rifiniscono portando all’intervallo lungo Latina in vantaggio massimo: 44-28.

 

TERZO QUARTO – Gilbeck colpisce, Laster risponde. Pugliatti e Thompson (tripla)favoriscono un ulteriore riavvicinamento ospite sul 48-35; Pugliatti sale di nuovo in cattedra portando la Stella Azzurra a meno otto. Lewis prova a riportare in orbita i padroni di casa sfornando tre punti in serie (canestro più tiro libero aggiuntivo) ma Ndzie e il solito Thompson riportano a distanza contenuta i capitolini. Questi ultimi, con un Pugliatti fortemente ispirato autore di sei punti di fila, arrivano addirittura a contenere lo svantaggio a sei lunghezze. Latina, però, si tiene in alta quota a più otto grazie ai due tiri liberi  di Piccone che le fanno spalancare la finestra del quarto conclusivo in vantaggio per 57-49.

ULTIMO QUARTO – Come già era avvenuto in avvio del primo quarto, gli errori si contano in abbondanza su un versante e sull’altro. Il primo a muovere di nuovo il tabellone è Ndzie che porta la Stella Azzurra a meno sette con un tiro libero dopo due minuti. Sua anche la schiacciata che riavvicina gli ospiti fino a meno cinque. Latina sembra scomparsa dal campo e la Stella Azzurra ne approfitta per assottigliare progressivamente il divario , Thompson, Pugliatti e Menalo azzerano lo svantaggio pontino fissando il temporaneo punteggio sul 57 -57. Negli ultimi  minuti di gara si assiste a un match ad alta infiammabilità. Baldasso riporta avanti Latina con una tripla e Lewis ci mette altri due punti. Raucci amplia il divario portando i pontini sul 56-57 a loro favore, Thompson però risponde con un 7-0 micidiale che riporta la Stella Azzurra a un soffio: 65-64. Latina torna a respirare con Lewis che va a bersaglio sottocanestro e due tiri liberi di Passera che la proiettano a più cinque. I pontini, nella parte finale, perdono dal loro mosaico la tessera di Gilbeck che commette il quinto fallo come già accaduto in precedenza anche a Benetti.  Thompson illude la Stella Azzurra portandola di nuovo a meno tre sul 66-69 ma Lewis suggella il successo pontino con un tiro libero finale fissando il risultato sul 70-66.Terza vittoria stagionale per la pattuglia di Gramenzi, Stella Azzurra che ha dato confortanti segnali di miglioramento nonostante l’ottava sconfitta in otto gare.

 

MIGLIORI IN CAMPO

BENACQUISTA ASSICURAZIONI LATINA (JAREN LEWIS): la sua bisaccia ha sempre un’ampia messe di punti a cui attingere, lui li mette con il talento e la maestria di sempre a disposizione di Latina ed è determinante nell’infonderle ulteriore iniezione di fiducia quando nel quarto conclusivo sembra stia per gettare alle ortiche ingenuamente la vittoria.

STELLA AZZURRA ROMA (STEPHEN THOMPSON JR): quando un giocatore mette a referto da solo quasi la metà dei punti fatti registrare dalla sua squadra non si può essere di fronte a un caso ma alla certificazione di un talento cristallino.

 

TABELLINO

BENACQUISTA ASSICURAZIONI LATINA:  Lewis 17, Raucci 13, Gilbeck 11, Baldasso 9, Bisconti 6, Passera 5, Benetti 5, Piccone 4, Mouaha. N.e: Hajrovic. Coach: Franco Gramenzi.

STELLA AZZURRA ROMA: Thompson 29, Laster 11, Pugliatti 9, Ndzie 7, Giordano 4, Menalo 4, Nikolic 2,  Visintin, Cipolla, Thioune. N.e: Fokou, Innocenti. Coach: Germano D’Arcangeli.

 

NUMERI REALIZZATIVI

TIRI LIBERI: Benacquista Assicurazioni Latina: 17 su 20, Stella Azzurra Roma: 19 su 26.

TIRI DA DUE: Benacquista Assicurazioni Latina: 16 su 30, Stella Azzurra Roma: 16 su 48.

TIRI DA TRE: Benacquista Assicurazioni Latina: 7 su 28, Stella Azzurra Roma: 5 su 15.

 

ARBITRI

Luca Maffei di Preganziol (TV), Daniele Yang Yao di Vigasio (VR), Angelo Valerio Bramante di San Martino di Buonalbergo (VR).

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.