La Bora a 110 si abbatte su Avellino: Alma senza pietà contro la Sidigas

Serie A Recap

ALMA TRIESTE – SIDIGAS AVELLINO 110 – 64

(33-21; 21-11; 30-20; 26-11)

All’Allianz Dome la Pallacanestro Trieste si aggiudica una partita senza storia, battendo la Scandone Avellino senza troppa fatica e con un passivo pesantissimo. La gara dura praticamente solo il primo quarto, poi l’Alma fa quel che vuole e con Knox (21 punti), Wright (19 punti e 5 assist) e Sanders (13 punti ) vince con autorità lo scontro. Buona la prova anche di Silins, 11 punti, che chiude la sua avventura giuliana dopo due mesi. Alla Sidigas, invece, non bastano i 15 punti di Ndiaye e i 13 punti di Green per evitare l’umiliazione. 

Primi punti del match di marca giuliana con Sanders che insacca la tripla del vantaggio Alma. Dopo l’interruzione per il Teddy Bear Toss si ricomincia con la schiacciata di Ndiaye che porta Avellino a -1. Trieste però trova presto il +7 grazie a Silins, mentre alla Sidigas non basta Green. Wright e compagni mantengono così il vantaggio e poi con Sanders trovano anche il +8. Avellino prova a restare attaccata con Cole e Green, ma l’Alma continua a macinare gioco con Sanders e Wright, così il primo quarto si conclude con Trieste avanti di dodici punti. Il secondo periodo si apre con la tripla di Cavaliero (+15), ma Skyes risponde subito per Avellino. L’Alma però con un 5-0 di parziale firmato Fernandez-Mosley allunga ancora fino al +18. Skyes e Cole cercano di dare la scossa alla Sidigas, ma Fernandez e i suoi non staccano il piede dall’acceleratore e firmano anche il +22. Ndiaye e i suoi non riescono a fermare i giuliani, così il primo tempo finisce con il punteggio di 54-32.

Niente da fare per Ndiaye e compagni che vengono umiliati dall’Alma.

Al rientro in campo Knox e Peric mettono subito a segno il +26 che sembra chiudere definitivamente la gara. Green però non ci sta e prova a far reagire i suoi, ma Trieste ancora con Knox e poi con Wright mantiene l’ampio distacco. Tocca poi a Nichols e Ndiaye dare la scossa agli irpini che provano a rendere meno amara la sconfitta (-21), ma ancora Knox e compagni non si fermano e toccano anche quota +29. Green e Nichols sono ancora gli ultimi a mollare, ma la partita resta saldamente in mano all’Alma. Così Wright e Cavaliero vanno ancora a segno per il +34 che rende ormai la gara una formalità per Trieste. Alla fine del terzo periodo il tabellone recita 84-52 per i padroni di casa. Con Avellino ormai sparita dal campo, gli ultimi dieci minuti di gioco sono ormai pura accademia per l’Alma. I padroni di casa continuano comunque a macinare gioco e umiliano ancora di più gli avversari toccando anche quota 100 con Da Ros. Così Coach Dalmasson inserisce le riserve a e fa riposare i titolari, Vucinic fa lo stesso e alla fine Avellino subisce un pesantissimo passivo (+46). Il risultato finale è 110-64.

ALMA TRIESTE: Coronica 2, Peric 4, Fernandez 12, Wright 19, Strautins 7, Silins 11, Cavaliero 11, Da Ros 2, Sanders 13, Knox 21, Mosley 4, Cittadini 4;

Coach: Eugenio Dalmassson

SIDIGAS AVELLINO: Filloy 6, Blanco ne, Spizzichini 5, Green 13, D.Nichols 8, Sykes 7, Cole 8, Campani 0, Young 0, Campogrande 2, Ndiaye 15, Guarigli ne; 

Coach: Nenad Vucinic

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.