La Carrellata NBA di BU #19: Jennings nel mirino dei Pistons, Wall discute il rinnovo, le mosse dei Celtics, Kleiza vittima di amnesty

Home
Brandon Jennings probabilmente cambierà squadra nei prossimi giorni
Brandon Jennings probabilmente cambierà squadra nei prossimi giorni

I free agent rimasti sono sempre meno, ma il mercato NBA non si ferma. Brandon Jennings, restricted free agent dei Milwaukee Bucks, sarebbe finito nel mirino dei Detroit Pistons, che ieri hanno ufficializzato e presentato Luigi Datome, che vestirà la maglia numero 13. Jennings potrebbe arrivare a Detroit tramite sign-and-trade, ma non si conoscono le contropartite proposte, pare però che le due franchigie si stiano parlando durante la Summer League di Las Vegas.

John Lucas III la prossima stagione giocherà con gli Utah Jazz, il playmaker ex Chicago e Toronto lo ha annunciato ieri sera. Lucas al momento è l’unico playmaker dei Jazz oltre al rookie Trey Burke, motivo che potrebbe spingere la squadra a cercare un accordo di rinnovo con Mo Williams, ora free agent.

I Toronto Raptors invece starebbero pensando di usare l’amnesty clause sul contratto del lituano Linas Kleiza, il giocatore guadagnerebbe 4.6 milioni di dollari la prossima stagione. Intanto i Philadelphia 76ers, dopo Royce White, hanno messo sotto contratto altri due giocatori lasciati liberi solo qualche giorno fa dagli Houston Rockets: James Anderson e Tim Ohlbrecht.

I Boston Celtics hanno deciso di affiancare al nuovo coach, Brad Stevens, l’ex assistente dei Chicago Bulls Ron Adams, che ha lavorato con i Tori dal 2003 al 2008. Per quanto riguarda i giocatori invece i C’s hanno subito tagliato dal roster il neo-arrivato Kris Joseph, giunto da Brooklyn, e firmato il centro brasiliano Vitor Faverani, nell’ultima stagione al Valencia, con un triennale. Si sta intanto cercando un accordo col playmaker Phil Pressey, giocatore uscito da Missouri e non scelto al Draft che ha mantenuto 9.4 punti e 6.6 assist di media nella Summer League di Orlando.

Proprio i Magic stanno discutendo del buyout per lasciar libero con due anni di anticipo il lungo Al Harrington e disfarsi del suo oneroso contratto, il giocatore era arrivato l’estate scorsa dai Nuggets nella trade coinvolgente Dwight Howard ma in stagione, un po’ per infortunio e un po’ per scelta tecnica, ha giocato pochissime partite.

John Wall, 18.5 punti di media nell'ultima stagione
John Wall, 18.5 punti di media nell’ultima stagione

Continuano nel frattempo gli incontri di Greg Oden con franchigie NBA a Las Vegas. Il centro, che sta pianificando il ritorno dopo più di un anno di inattività, si incontrerà nelle prossime ore con i New Orleans Pelicans. Su di lui ci sono però anche i Dallas Mavericks, che sperano di riuscire a firmare sia l’ex giocatore dei Blazers sia l’altro centro Samuel Dalembert.

Gli Atlanta Hawks sono vicini ad un accordo con Ivan Johnson, ala grande di 29 anni che nelle ultime stagioni ha vestito proprio la maglia dei Falchi. I Washington Wizards invece hanno iniziato a parlare di rinnovo con John Wall, stella della squadra il cui contratto scadrà la prossima estate.

Infine Jason Kidd potrebbe iniziare la propria carriera da allenatore con una squalifica: fermato alla guida della propria auto in stato di ebbrezza, l’ex giocatore dei Knicks si dichiarerà colpevole e subirà il ritiro della patente per 90 giorni. In linea con quelli che sono i provvedimenti della NBA per i giocatori, anche il coach dei Nets è probabile che subisca una squalifica.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.