La Virtus Bologna rientra al meglio dalla pausa delle Nazionali e abbatte Varese

Home Serie A Recap

Virtus Segafredo Bologna – Openjobmetis Varese: 85-76

(19-21; 39-29; 68-48; 85-76)

Tutto facile per la Virtus nell’anticipo del sabato sera: Varese si arrende alla Segafredo Arena per 85-76. Di fatto c’è stata partita solo nel primo quarto, dove la Openjobmetis ha condotto grazie al tiro pesante. Il ricorso alle triple però è diventato eccessivo per gli ospiti, che non sono riusciti mai ad avvicinarsi al ferro e quando sono calate le proprie percentuali, non hanno avuto armi per rispondere alla solidità dei bianconeri. Così Bologna ha fatto il suo compito, vincendo contro l’ultima della classe anche in una serata in cui mancava il proprio condottiero (Djordjevic fermato da un problema di salute, non inerente al Covid-19) e in cui Teodosic ha steccato malamente nei primi tre quarti. Non c’è stato bisogno però dell’asso serbo, con una prestazione corale in cui le seconde linee sono salite di colpi e hanno messo in discesa la gara. Lato Varese, sicuramente non era questa la partita su cui puntare per risalire la classifica, ma il rientro dopo la pausa delle nazionali non è stato il massimo per il livello di basket espresso.

Tornando alla partita, l’avvio sprint di Varese sorprende Bologna. Gli ospiti segnano 8 punti in un amen, con Scola subito caldo. Markovic e Weems guidano la rimonta e la Virtus entra in partita, ma la Openjobmetis continua a segnare dall’arco (5 triple nei primi 10′) e resta avanti: alla prima pausa è 19-21.

Nel secondo quarto Varese si pianta e per oltre 6 minuti non trova il canestro. La Segafredo ne approfitta e con un 12-0 ribalta la situazione, trovando il primo strappo a suo favore. Teodosic continua a litigare con il pallone (0/5 al tiro e diverse perse “graziate” nel tabellino ufficiale), ma Adams e Alibegovic non perdonano per il 28-21 a metà frazione. Bulleri chiama timeout e riesce a rianimare i suoi, ma Bologna ormai ha preso ritmo e allarga la forbice, fino al 39-29 del 20′.

Dopo la pausa lunga si scatena Belinelli, con punti e tante azioni utili per la squadra. Bologna così tenta la fuga definitiva e, nonostante i lampi di Scola, arriva a +20. Varese sembra alzare il piede e l’intensità e al 30′ il tabellone segna 68-48.

L’ultimo quarto diventa così il più classico dei garbage time, con i buoi già bellamente scappati. Teodosic prova a rimettere a posto il proprio tabellino confezionando assist per i compagni, Adams continua a segnare mentre Varese non si arrende. Douglas è l’ultimo ad alzare bandiera bianca, ma l’Openjobmetis non rientra mai oltre al -14 e non riesce ad impensierire i padroni di casa. Nell’ultimo minuto poi Bologna si distrae e regala in continuazione, definendo l’85-76 che vale la vittoria.

Virtus Segafredo Bologna: Adams 21, Tessitori 2, Belinelli 13, Alibegovic 11, Weems 14, Hunter 4, Markovic 3, Gamble 9, Teodosic 4, Ricci 3, Abass 1.
All. Bjedov

Openjobmetis Varese: Dougal 19, Ruzzier 3, Scola 12, Strautins 9, Egbunu 13, De Vico 13, Ferrero 7, Morse 3, Beane 7.
All. Bulleri

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.