L’inizio di stagione dell’Olimpia Milano

Serie A News

L’inizio di stagione dell’Olimpia Milano è stato sensazionale. Il magic moment della squadra meneghina è durato per ben tredici partite consecutive dall’inizio della stagione, prima di conoscere il primo stop dell’anno in terra greca, allo stadio Pireo contro il temibile Olympiacos, trascinato da Sloukas.

Il momento più simbolico di questo inizio scoppiettante è stata la vittoria con cui Milano ha spezzato l’incantesimo Real Madrid, con i blancos battuti dopo ben quattordici match in cui la sfida non era mai volta a favore della squadra italiana. Trascinati da quella sapiente guida in panchina quale è Ettore Messina, la vittoria contro le merengues è l’emblema della crescita di alcuni uomini chiave per la squadra come Chacho Rodriguez, che si aggiunge ai vari Shields, Datome, Moraschini, Delaney e Micov: una memorabile vittoria per 78-70, in cui l’Olimpia è uscita vincitrice con una prestazione di raro orgoglio e duttilità.

Nemmeno le scommesse sportive online di inizio anno potevano prevedere un inizio così positivo, da parte della squadra di pallacanestro più titolata d’Italia. Nonostante fosse, e sia tuttora, la favorita numero uno per la conquista del titolo italiano, le prestazioni dell’Olimpia stanno riscontrando stupore da parte di molti addetti ai lavori, specialmente per la campagna europea. Tre vittorie su quattro sono infatti un bottino degno di nota, per una squadra che nel recente passato aveva sempre faticato non appena mettesse piede in terra internazionale: alle partite già citate in precedenza contro i greci dell’Olympiacos e i campioni spagnoli del Real Madrid bisogna aggiungere gli scalpi di ASVEL e del Bayern Monaco di coach Andrea Trinchieri.

La situazione nel campionato italiano rimane per ora intonsa: cinque vittorie nelle prime cinque partite ufficiali, tenendo già a distanza di due punti Venezia e a distanza di quattro Bologna sponda Virtus, le due principali outsider per la vittoria del titolo, per ora separate in classifica da una sorprendente Brindisi, al terzo posto e a pari punti con la compagine veneta. Passando per il sempre sentito e delicato derby contro Cantù, previsto per il 15 novembre, ulteriori (e definitive?) conferme sul valore assoluto della squadra meneghine si avranno durante il trittico di Eurolega previsto tra fine novembre ed inizio dicembre: Zalgiris, Maccabi Tel Aviv e Panathinaikos nel giro di due settimane, un banco di prova di massimo livello per Ettore Messina ed i suoi giocatori. In mezzo altre partite importanti ed impegnative in chiave europea, compresa quella contro lo Zenit, rinviata all’11 novembre per via della difficile situazione sanitaria attuale.

E non c’è da scordarsi come è iniziata la stagione, con la vittoria della Supercoppa Italiana contro la Virtus Bologna il 20 settembre scorso, arrivata dopo una serie di partite da imbattuta nel giro di un mese, dalla ripresa della competizione a fine agosto: una striscia di vittorie perfetta nelle sei partite con Cantù, Brescia e Varese, la semifinale vinta contro Venezia e poi l’appunto la finale, conquistata per 75-68. Col senno di poi, un titolo in apertura di stagione che poteva fungere da indicatore per il prosieguo: Olimpia Milano è in uno stato di forma esaltante.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.