Lo Zalgiris continua a vincere e sale al sesto posto:+27 contro il Khimki

Coppe Europee Eurolega

Zalgiris Kaunas – Khimkhi Mosca 102-75

(22-20; 17-28; 39-13; 24-14)

Molta confusione nella prima metà del quarto, attacchi molto caotici e molta imprecisione al tiro. La partita sembra assestarsi a un buon livello dopo circa 4 minuti di gioco, con i verdi lituani di casa che sembrano più in palla con un Lauvergne dominante ad altezze siderali, seguito a ruota dal pari ruolo Booker tra gli ospiti. Il lungo francese continua a essere il faro dei suoi sotto canestro e con 11 punti nei primi dieci minuti di gioco prova a indirizzare subito il match per i suoi, costringendo coach Kurtinaitis al minuto (14-11). Lo Zalgiris sembra approfittarne con i canestri di Hayes e Grigonis, ma il Khimki risponde con il solito Shved e Karasev per andare al primo riposo sul 22-20.

Nel secondo quarto le squadre iniziano rispondendosi colpo su colpo e il vantaggio dei lituani non va mai sopra i quattro punti, fino a quando al quarto minuto di gioco Shved impatta la partita con una tripla allo scadere dei ventiquattro e nell’azione successiva serve l’assist per il vantaggio firmato Booker che fa interrompere la partita a coach Schiller (30-32). Si rivede in campo Lauvergne, puntualmente sopra il ferro a ricucire le distanze, ma Booker produce canestri a ripetizione per i suoi (6 punti di fila) e con i liberi di McCollum per il 32-40 a tre minuti dall’intervallo lungo fanno fermare nuovamente la partita a coach Schiller. Il time out non dà i suoi risultati e anzi Jovic trova il buzzer dal logo per il primo vantaggio dei suoi in doppia cifra (32-43). Continua a essere la partita dei lunghi con i soliti Booker e Lauvergne a rispondersi canestro su canestro e concretizzando giochi da tre punti a ripetizione. Si va al riposo sul 39-48 con il Khimkhi che tira 78.6% da due e 46.1% da tre.

Pronti via, si riprende come si era finito, Lauvergne a volare sopra il ferro e realizzare quattro punti di fila che con la tripla di Grigonis fanno 7-0 di parziale in meno di due minuti e fanno fermare la partita per un nuovo time out Khimki (46-48). La partita si accende lo Zalgiris dopo la rincorsa impatta sul 50 pari in tre minuti e da quel momento le squadre si rispondono a suon di triple: Grigonis, Jovic, poi Hayes, per poi tornare in post basso da Booker. 56-55 dopo 25 minuti di gioco, ma la partità dura poco perchè Lauvergne e una tripla di Grigonis ribaltano la situazione (25-7 di parziale) per il 64-55 che costringe coach Kurtiniaitis a fermare la partita. L’interruzione non dà gli effetti sperati, anzi lo Zalgiris aumenta il vantaggio con una giocata pazzesca sull’asse Lekavicious-Lauvergne toccando il +15 (70-55).

L’ultimo parziale si apre sul 78-61 e i primi punti del match di Jokubaitis. Il Khimki sembra voler accelerare i tempi in un disperato tentativo di rimonta ma ne viene fuori molta imprecisione al tiro pesante con errori in successione di Shved, Bertans, Mickey. Nell’altra metà campo i lituani giocano con il cronometro e a cinque minuti dalla fine con Lekavicius trovano il +20 (85-65). La partita non ha più niente da dire e allora i dieci in campo ne approfittano per sistemare i tabellini personali e i coach mettono in campo qualche giovane. Si chiude con il punteggio di. Career high in Eurolega per Lavuregne con 29 punti.

Zalgiris: Lauvergne 29 (9 rimbalzi), Grigonis 18 (8 assist), Hayes 14

Khimki: Shved 22 (8 assist), Boker 19 (7 rimbalzi); Mickey 10

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.