Napoli mette le mani sul derby campano contro un’ingenua Scafati

Recap

Ge.Vi Napoli batte Givova Scafati. Capacità di crederci fino alla fine e caparbietà battono ingenuità. Già, perchè, avanti per i primi tre quarti, con un margine di cinque punti a favore dopo i primi due e di sei alla mezz’ora di gioco, la Givova di coach Alessandro Finelli si è come smarrita nell’ultimo atto e si è vista scivolare il derby campano tra le dita. E quindi, a sorridere al “PalaMangano”, sono stati alla fine i partenopei con il punteggio di 90-78 figlio soprattutto di un Marini dalle mani fatate capace di mettere a segno, nelle più diverse modalità, ben ventisei punti. A Scafati, che si presentava orfana di Randy Culpepper con cui ha separato la strada in settimana, non è stato sufficiente  un ottimo Thomas. La squadra di coach Pino Sacripanti va così a vendicare la sconfitta subita in SuperCoppa dai gialloblù  per 82-61 e troneggia in classifica in tandem con l’UniEuro Forlì con quattordici punti. Parks e compagni si preparano quindi nel modo più giusto all’impegno casalingo al “PalaBarbuto” contro la Lux Chieti Basket in programma mercoledì 6 gennaio alle 18.

 

PRIMO QUARTO – I primi due minuti consegnano stecche da una parte e dall’altra, al terzo minuto finalmente il risultato si sblocca a favore di Scafati con una tripla dell’ex Withu Bergamo Basket Jackson. Marino allunga subito sul 5-0 ma, su fronte Ge.Vi, Marini dà inizio a quella che sarà la sua giornata color gloria realizzando i primi due punti della sua partita e dei suoi. Scafati, in avvio, sembra muoversi meglio e in modo più ispirato, la tripla di Thomas proietta i padroni di casa sull’8-2, di nuovo Marini con un tiro libero riduce di pochissimo il divario, Benvenuti però ritraccia il fossato sul 10-3. Marino porta Scafati a dieci lunghezze di vantaggio, Lombardi riduce a meno otto lo svantaggio di Napoli. La gara si fà un botta e risposta con Cucci che porta Scafati a 16 e il solito Marini che conduce Napoli a otto. Due tiri liberi di Mayo che, con Marini, sarà il primattore della gara, riducono il divario ospite, Scafati si riporta a più nove con due tiri dalla linea della carità di Cucci. Zerini e Mayo colpiscono per la Ge.Vi e il primo parziale sorride a Scafati con il punteggio di 20-15.

 

SECONDO QUARTO – Mayo e Marini infilano un micidiale 5-0 che porta la Ge.Vi in parità sul 20-20, sempre Marini realizza il primo sorpasso partenopeo. Jackson riporta avanti Scafati, nuovo controsorpasso da parte del solito Marini. Monaldi proietta i napoletani sul più tre con una tripla fissando il parziale sul 27-24. Scafati appare accusare un momento di stanchezza e Napoli affonda ancora la lama con un libero di Marini. Thomas e Cucci scuotono i gialloblù dal torpore ripristinando il pareggio sul 28 -28. Sergio e tre punti in serie di Thomas fanno rialzare in quota Scafati, Rossato ci mette la ciliegina sulla torta portando il vantaggio a più sei. Un libero di Lombardi manda le squadre all’intervallo lungo con Scafati ancora avanti per 34-29.

TERZO QUARTO – Napoli infila una stilettata con Lombardi, Musso intona il controcanto , Sergio e Jackson fanno alzare i salernitani in quota portandoli al vantaggio massimo: 41-31. Napoli non se la dà per inteso e ricarica le pile con decisione e così Mayo, Lombardi e Zerini riportano gli ospiti a meno sette intervallati solo dal canestro di Thomas. Quest’ultimo dà il via al ruggito di Scafati nella seconda parte del terzo quarto e, aiutato da un tiro libero di Cucci, rimette tra Scafati e Napoli dieci incollature. Uglietti restringe di nuovo il distacco ma Cucci ricama due tiri liberi mettendosi d’accordo con la precisione e riporta i padroni di casa a più otto. Marini riassottiglia il ritardo partenopeo ma Thomas riporta Scafati in accelerazione con tre tiri liberi. Lombardi porta Napoli a meno sei ma Musso risponde subito. Napoli è in un momento di grazia e Marini, prima con due tiri liberi e poi con una tripla, la porta fino a sole tre lunghezze di svantaggio. Il consueto Thomas sforna ancora due tiri libero di fresco e porta il parziale a 58-53.  Napoli replica tanto per cambiare con Marini, Scafati punge con Musso. Due tiri liberi di Sergio portano i padroni di casa ad avere ancora in pugno le redini della gara a dieci minuti dall’ultima sirena sul punteggio di 62-56.

ULTIMO QUARTO – Gli ultimi dieci minuti di gara sono inaugurati da una schiacciata di Uglietti, Cucci riporta Scafati a più sette ma Mayo, Uglietti e Monaldi riaprono i giochi riportando la parità sul 65-65. Napoli ci prende gusto e mette la freccia di sorpasso con una tripla di Parks al 6′, Mayo si scopre ottimo imitatore e fà lo stesso qualche attimo appresso. Due tiri liberi di Thomas riavvicinano Scafati a meno quattro, ma Parks e Zerini riportano gli ospiti avanti di nove incollature. Scafati cerca di avviare la riscossa con Jackson che mette a bersaglio due tiri liberi e Rossato che fà altrettanto portandosi sul 71-78. Rossato dimostra di parlare la stessa lingua della precisione dalla linea della carità e ne mette a segno altri tre su quattro. Ma Napoli ha altri colpi in canna e a fare particolarmente male ai padroni di casa sono due triple in successione di Monaldi che la portano sull’ 88-78, Parks ci mette la ciliegina sulla torta facendo allungare la squadra di Sacripanti fino a più dodici ovvero fino al 90-78 finale a suo favore. Per Scafati è il secondo stop stagionale dopo quello contro l’Unieuro Forlì.

MIGLIORI IN CAMPO

GIVOVA SCAFATI( CHARLES THOMAS): per capire come capitalizzare in punti sonanti ogni tentativo che ci si procura in fase realizzativa scambiare quattro chiacchiere con lui  sarebbe come aprire un libro di scienza del canestro.

GEVI NAPOLI (PIERPAOLO MARINI): dal primo all’ultimo quarto lui e la mira si sono lanciati occhiate languide, amandosi profondamente e dichiarandosi amore a suon di punti messi a referto.

 

TABELLINO

 

GIVOVA SCAFATI: Thomas 23, Jackson 14, Cucci 12, Rossato 11, Musso 6, Marino 5, Sergio 5, Benvenuti 2, Dincic, Sabatino. N.e: Festinese, Grimaldi. Coach: Alessandro Finelli.

GEVI NAPOLI: Marini 26, Mayo 18, Lombardi 11, Monaldi 11, Zerini 8, Parks 8, Uglietti 8, Iannuzzi, Sandri. N.e: Coralic, Klacar, Tolino. Coach: Stefano Sacripanti.

 

NUMERI

GIVOVA SCAFATI: Tiri liberi 29 su 35, rimbalzi 41 (13 offensivi, 28 difensivi), assist: 8

GE. VI NAPOLI Tiri liberi 13 su 20, rimbalzi 41 (11 offensivi , 30 difensivi), assist 8.

 

ARBITRI

 

Enrico Bartoli di Trieste, Francesco Terranova di Ferrara e Alberto Perrocco di Ponzano Veneto (TV).

 

 

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.