NBA Recap 03/05/13: Rockets, Clippers, Celtics e Hawks possono andare in vacanza

Home

Si chiudono 4 serie nella notte, ognuna con una storia a sè:

 

Oklahoma City Thunder v Houston Rockets - Game Six

 

Oklahoma City Thunder @ Houston Rockets   103-94   (4-2)

 

http://www.nba.com/games/20130503/OKCHOU/gameinfo.html?ls=pot

 

La partita parte subito sulle note di gara 5, ovvero tanta fisicità e contatti al limite; protagonista è, “stranamente”, Kendrick Perkins che, dopo 3 minuti di gioco, arriva alle mani con Garcia che stava tentando di passare forte su un blocco portato dal numero 5 per Durant, doppio tecnico e si continua. Il primo quarto, che segna il ritorno di Jeremy Lin nella serie, vede Houston portarsi fino al +10, ma Durant e Martin rintuzzano fino al 26-29 Rockets. Il secondo periodo è un botta e risposta, sempre su ritmi elevatissimi, tra la panchina di OKC e quella dei Rockets, il tutto per il +4 Thunder dell’intervallo lungo. Nel terzo quarto si sveglia Chandler Parsons che ne mette 10 quasi consecutivi, ma trova in Durant un nemico infermabile che segna da qualsiasi posizione. L’ultima frazione è il regno dell’animale da playoffs per eccellenza: Derek Fisher decide di difendere su Harden e lo annulla recuperando un paio di palloni e mettendo a segno 2 triple che spezzano le gambe ai biancorossi, costretti così ad anticipare le vacanze ed abbandonare le speranze di passaggio del turno che, dopo l’infortunio di Westbrook, sembrava possibile; siamo però sicuri che i ragazzi di McHale saranno capaci di fare meglio l’anno prossimo, con più esperienza e qualche mossa sul mercato in estate, data la loro favorevole condizione salariale.

 

 

grizz

 

Los Angeles Clippers @ Memphis Grizzilies   105-118    (2-4)

 

http://www.nba.com/games/20130503/LACMEM/gameinfo.html?ls=pot

 

Chris Paul, Blake Griffin, Jamaal Crawford, Caron Butler…nomi importanti, giocatori fenomenali, ma mai scordarsi che giocano per una franchigia, i Clippers, che se deve entrare nella storia, lo fa quasi sempre dalla porta sbagliata. LA riesce nell’impresa di perdere 4 gare consecutive dopo essersi trovata in ventaggio 2-0 nella serie (decima squadra nella storia dell’NBA), smarrendosi completamente e trovando solo in CP3 un arma offensiva degna di essere chiamata tale; vero è che le scusanti ci sono: Griffin è stato fermato da un infortunio alla caviglia (solo 13 minuti di gioco in gara 6), Barnes stanotte è stato grandioso (30+10r) e di fronte si sono trovati una squadra che per intensità da playoffs non è seconda a nessuno, ma se ti trovi 2-0 in una serie di postseason, 99% delle volte la vinci. Gara 6 è stata intensa come al solito e, a contribuire al clima già molto teso, ci ha pensato l’NBA, mandando Joe “elmetto” Crawford a dirigere la gara; il risultato? 3 espulsioni (Paul, Randolph e Barnes), tecnici per Butler e Griffin e un flagrant-1 per Billups, il tutto proprio di fronte a David Stern, presente nel palazzo. La partita è stata quasi interamente un monologo Grizzlies: ritmo lento, palla in post a Gasol e Randolph e Tony Allen che fa il bello ed il cattivo tempo a rimbalzo offensivo e in penetrazione; nel quarto periodo Barnes e Paul tentano una timida rimonta ma sono ricacciato indietro da un offensivamente solido Jarryd Baylees. Memphis manda 7 uomini in doppia cifra, mentre LA, probabilmente, manderà a casa Vinny Del Negro in un’estate che sarà caldissima per il proprietario Sterling.

 

 

york-knicks-v-boston-celtics-20130503-192232-967

 

New York Knicks @ Boston Celtics   88-80    (4-2)

 

http://www.nba.com/games/20130503/NYKBOS/gameinfo.html?ls=pot

 

Il Celtic Pride e la stupidità dei Knicks non sono bastati per evitare la chiusura della serie sul 4-2 per i biancobluarancio. I Celtics non fanno mai e poi mai canestro nel primo tempo (27 punti), mentre NY trova in Prigioni (14) e Shumpert (17) punti importanti che gli permettono di condurre senza problemi l’incontro. Il terzo quarto è un monologo Knicks che in apertura di quarto periodo arriva a condurre anche di 26 punti. Qui accade l’impensabile: si spegna la luce per NY e si accende il fuoco nei biancoverdi che, con un parziale di 24-2, si portano sul -4, ma un 8-0 griffato Anthony chiude il discorso. Che sia la fine dei Celtics di Pierce e Garnett? …lo scopriremo solo vivendo…

 

 

images

 

Indiana Pacers @ Atlanta Hawks   81-73   (4-2)

 

http://www.nba.com/games/20130503/INDATL/gameinfo.html?ls=pot

 

Una delle serie meno interessanti della storia vede finalmente la sua conclusione nella notte, in quanto in Pacers sbagliano meno degli Hawks e avanzano alle semifinali della Eastern Conference. Niente da dire sulla qualità dei Pacers e sulle individualità di Atlanta, ma la partita è stata una sagra degli errori: Indiana tira il 42% dal campo (20% da 3, 3/15) ma la spunta comunque poichè gli Hawks, sebbene giochino in casa, riescono a fare peggio (33% da 2, 3/19 da 3), lo 0/7 da 3 punti di Korver è emblematico. Mattatore della serata è, manco a dirsi, Paul George: il MIP della lega chiude con 21+7, amministrando sè stesso e la partita, in vista del compito non facile che avranno i suoi nel prossimo turno, ovvero i Kew York Knicks.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.