dinamo sassari mekowulu

Pesaro lotta ma non basta, vince Sassari grazie ad un super Mekowulu

Home Serie A Recap
DINAMO BANCO DI SARDEGNA SASSARI 75 – 73 CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO

(18-20 / 18-18 / 16-18 / 23-17)

Pronti via e Eimantas Bendzius risponde a Tyrique Jones per il 2-2 iniziale. La partita è subito molto fisica, con le difese che hanno la meglio sui rispettivi attacchi. Pesaro si porta sul 6-2 con i canestri di Sanford e Demetrio, ma ci pensa ancora Bendzius da dietro l’arco dei 6,75 a riportare Sassari a -1. Le due squadre si rispondono colpo su colpo con Jones e Mekowulu che fanno muovere i rispettivi tabellini. Migliorano le percentuali al tiro della Dinamo: canestri di Mekowulu e di David Logan per il primo vantaggio sassarese. A tre minuti dalla fine del primo quarto c’è l’esordio di Jacopo Borra per la Dinamo Sassari. Pesaro continua a lavorare molto bene vicino al ferro con Tyrique Jones che ne segna altri due per il 12-13. Piccolo break marchigiano firmato Carlos Delfino che ne segna 5 in fila per il 13-18. Sassari però non fa scappare gli avversari e con i primi due del match di Burnell e la tripla del “professore” Logan si riporta sul 18-18. Il primo quarto termina con i primi due di Caio Pacheco per il 18-20 ospite.

I secondi dieci minuti si aprono con i canestri di Treier e le due splendide giocate di Christian Mekowulu: prima stoppa Camara e poi segna da sotto per il nuovo vantaggio biancoblù. A cavallo tra i due quarti bel parziale dei sardi (12-2) guidati da Burnell e Treier che, con cinque punti, fanno 27-22 per i padroni di casa, costrigendo Aza Petrovic al time out. Rientra molto bene Pesaro dal timeout con Vee Sanford che sale in cattedra: prima regala l’assist a Jones, poi porta a casa un ottimo gioco da tre punti e come se non bastasse ruba palla e vola a segnare il 27-31 e questa volta a fermare la partita è coach Cavina. Partita che va a parziali e ora è il turno della Dinamo: Gentile e Mekowulu si alternano e segnano ben 9 punti per il 36-31. Il primo tempo si chiude con un altro parziale Carpegna Prosciutto: Tambone, Jones e Sanford fanno 36-38 e così si va a riposo.

Sono le due guardie a segnare i primi canestri della ripresa, Sanford da una parte e Logan dall’altra con una tripla. Carlos Delfino si butta dentro e con uno splendido reverse fa +5, ma Bendzius da tre riporta i suoi sotto di un solo possesso. Mekowulu e Bendzius pareggiano i canestri di Sanford e Jones, perfetta parità a metà terzo quarto a quota 48. Ancora Christian Mekowulu a fare la voce grossa vicino al ferro e il suo tabellino recita ben 13 punti, 9 rimbalzi e 3 stoppate a meno di tre minuti dalla fine del terzo quarto. Sassari si blocca in attacco, grazie anche ad una buona difesa biancorossa, mentre dall’altra parte Delfino e Demetrio fanno 50-53. Dopo il canestro di Battle, la tripla di Moretti chiude il terzo quarto sul 52-56.

Pacheco trova Zanotti che si sblocca e segna da tre punti per il +7. Non segna più Pesaro, lo fa e bene invece Sassari con Battle che segna, subisce fallo di Delfino e completa il 2+1 per il nuovo vantaggio locale. Seguono due di Logan e Aza Petrovic ferma la partita. Torna a segnare Sanford, ma in questa fase centrale dell’ultimo periodo la Vuelle si affida solo agli uno contro uno dei propri esterni e, così come successo contro Venezia in Supercoppa, la tattica non paga: solo 2 punti in 3 minuti per la squadra di Petrovic. Dall’altra parte ancora un super Mekowulu che in avvicinamento, di forza, fa 64-61. Segna Sanford, risponde con un gioco da tre punti il solito Mekowulu che fa di nuovo +4. Ancora, sempre, Sanford che segna da tre ed è di nuovo -1 Pesaro. Bellissimo il duello offensivo a distanza tra Mekowulu e Sanford, i due trascinatori delle compagini. 90 secondi alla fine, 70-69 Sassari. Tambone spreca il possesso decisivo del match, trova invece la giugulare della partita David Logan che esce bene dai blocchi e segna la tripla 73-69. Pronta la risposta di Sanford che fa -2. Sassari perde palla e Moretti trova Jones solo soletto in area per il 73 pari a 13 secondi dalla fine. Vee Sanford fa una sciocchezza e commette fallo, con il bonus esaurito, a centrocampo su Gentile che dalla lunetta fa 2/2. Lo stesso Sanford prova a riscattarsi, ma sbaglia da tre punti sulla sirena. Vince Sassari 75-73.

TABELLINI

SASSARI: Logan 14; Gandini 0; Devecchi 0; Treier 5; Chessa 0; Burnell 6; Bendzius 10; Mekowulu 21 (11 reb); Gentile 10; Battle 9; Borra 0; Sanna n.e.

PESARO: Drell 0; Moretti 5; Pacheco 2; Tambone 12; Camara 0; Zanotti 3; Sanford 22; Demetrio 4; Delfino 9; Jones 16

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.