Playoffs Serie A: la preview di Milano-Bologna

Home Pagelle Serie A

hackett-milano

EMPORIO ARMANI MILANO (1° posto, 52 punti)       a cura di Bernardo Cianfrocca

Sempre la stessa storia. Fare una preview sulle competizioni italiane comporta l’ormai consueta premessa: se Milano gioca come sa, nessuno ha speranze. Verità o esagerazione? Di sicuro più la prima opzione della seconda. Il roster è di qualità e profondo, soprattutto al cospetto di avversarie più che dignitose, ma non eccezionali. La regular season lo ha dimostrato con una marcia incontrastata al primo posto, scalfita ogni tanto da qualche sconfitta. Nelle ultime giornate ci sono state le cadute con Cantù e Orlandina che non dovrebbero però preoccupare molto. La squadra si presenta ormai ben oliata nei suoi meccanismi, consapevole dei punti di forza e di qualche carenza. Proprio per questo la società, poco prima della fine della stagione regolare, ha operato una correzione nel roster, aggiungendo Tabù come terzo play ed escludendo dalle rotazioni Shawn James, l’acquisto più deludente del mercato estivo. L’infortunio di Hackett, coinciso con le due sconfitte consecutive sopracitate, ha fatto suonare il campanello d’allarme. Meglio avere un ragionatore in più, piuttosto che ingolfare la panchina di lunghi che non hanno mai soddisfatto pienamente coach Banchi. James starà così a guardare questi playoff, salvo infortuni e ripensamenti, mentre Elegar dovrà non far rimpiangere Samuels nei pochi minuti di riposo che gli saranno concessi.

Gentile si riconfermerà come Mvp delle finali?
Gentile si riconfermerà come Mvp delle finali?

Samuels, arrivato secondo nelle votazioni per l’Mvp di stagione, sarà una delle armi principali di Milano, già a partire da questo primo turno. La Virtus ha infatti la sua forza nel reparto esterni e contrastare il giamaicano potrebbe essere un vero rebus per Valli. In campionato le “red shoes” si sono imposte con autorità sia in casa che in trasferta e ciò dovrebbe far presagire una serie non troppo lunga. Dall’altra parte c’è l’entusiasmo di una piazza che torna a respirare grande basket e che è cosciente di aver già centrato il proprio obiettivo. Pistoia ha però insegnato lo scorso anno quanto la voglia e una folle incoscienza possano fare la differenza. La medesima serie è stata un insegnamento anche per Milano, ormai matura nel capire di non dover sottovalutare nessuno e di far sentire il peso della propria forza fin da subito. Hackett ha il compito di gestire un’orchestra nutrita di solisti di eccezione, da Ragland a Brooks, passando per Gentile e Kleiza. Ci sarà spazio e tempo per tutti per risultare decisivi e utili: se ognuno saprà portare il proprio mattone alla causa, la strada per lo scudetto sarà semplice da percorrere, se qualcuno dovesse rimanere nell’ombra le possibilità per fare bene ci sono lo stesso, ma l’obiettivo diverrebbe più complesso. Al Forum non dispiacerebbe un trofeo in tutta serenità. Di thrilling ce ne sono stati abbastanza. 

Miglior realizzatore: MarShon Brooks (15.0)

Miglior rimbalzista: Samardo Samuels (5.6)

Miglior assistman: Alessandro Gentile (3.4)

Pronostico: Milano 3 Bologna 0

Mazzola-Ray

GRANAROLO BOLOGNA (8° posto, 28 punti)       a cura di Paolo Di Domizio

Uno dei budget più bassi di tutto il campionato, 2 punti di penalizzazione, una squadra giovane (età media 23-24 anni), completamente rinnovata rispetto ad un anno prima, dissidi societari qua a là: ecco le condizioni con cui è partita la stagione della Virtus Bologna. Risultato? Ottavo posto e playoff conquistati, contro Milano, ma conquistati.

La serie tra le scarpette rosse e le V nere sembra partire senza storia. Bologna si presenta a questi playoff con la consapevolezza di essere un gruppo, consolidato da coach Valli, che ha fatto tutto il possibile. Le tre punte di diamante bianconere sono senza dubbio i tre americani di spicco: Okaro White, Jeremy Hazell e il capitano Allan Ray (miglior tiratore da 3 punti e ai liberi di tutto il campionato). Con l’aggiunta di Italiani di livello, Fontecchio e Mazzola su tutti, la Virtus parte con la coscienza di essere la Cenerentola che proverà a rubare la scena alla squadra regina del campionato. Nella regular season furono due partite senza storia quelle tra Milano e Bologna, ma si sa, i playoff sono i playoff, a Bologna mancavano da un po’ e anche i tifosi bianconeri non vedono l’ora di sostenere la propria squadra. Sarà il campo a decidere se la Cenerentola della Serie A farà uno sgarbo al “principe” o se cadrà ai suoi piedi.

Miglior realizzatore: Allan Ray (17.2)

Miglior rimbalzista: Okaro White (6.8)

Miglior assistman: Abdul Gaddy (3.9)

Pronostico: Milano 3 Bologna 1

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.