Scariolo: “Nessuno ha una coppia più giovane di Mannion-Pajola”

Home Serie A News

Dopo il raduno, i primi allenamenti e la presentazione dei nuovi acquisti bianconeri, coach Sergio Scariolo ha parlato alla stampa in occasione della conferenza di inizio della nuova stagione 2021-2022.

Le parole del coach bianconero: “E’ stata un’estate intensa. Molto entusiasmo, energia e voglia di cominciare questa avventura. Partiamo per la settimana di ritiro, avrà anche lo scopo di creare chimica, condivisione, valori comuni e regole, per il rispetto reciproco.”

Stiamo lavorando con un bel clima, bell’ambiente e serenità costruttiva. Ora facciamo altri passi, allungando di un centimetro ogni giorno. Bisogna mettere i pilastri perchè la squadra sappia come giocare quando non c’è una situazione organizzata, contropiede, transizione, quando gli schemi non funzionano, questo in attacco. La specializzazione tattica arriverà più avanti.”

Scariolo è intervenuto anche sulla firma a sorpresa di Nico Mannion:

“Nel momento in cui Mannion ha rifiutato la proposta di Golden State, visto che la società aveva lui come prima opzione e ne aveva già parlato, si è verificata questa possibilità di chiudere il discorso tra noi e il giocatore. Abbiamo sempre mantenuto un contatto, è stata brava la società. Ragazzo in assoluta progressione, con base di talento importante e già capacità di aver fatto cose importante. Ma in un ruolo così delicato come quello della regia ci sono molti passi da fare. Ha giocato pochissime partite da professionista finora. C’è soddisfazione per aver completato al squadra con una giocatore molto giovane e di talento, ma attendiamo la sua crescita con misura.”

Infine un pensiero anche sul reparto esterni, uno dei più forti e talentuosi di tutto il campionato:

“A Milos Teodosic non dobbiamo lasciare un eccesso di lavoro, come tutti gli artisti dev’essere messo nelle condizioni di rendere al meglio con la sua arte senza stancarsi eccessivamente. La nostra idea è quella di avere sempre due ball handler in campo e in quest’ottica Mannion e Pajola si divideranno i compiti. È una coppia giovanissima, non penso ci sia una coppia più giovane di loro nel basket mondiale e siamo coscienti delle difficoltà che potremo avere inizialmente ma allo stesso tempo confidiamo in una loro crescita esponenziale.”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.