vince hunter virtus bologna

Si decide tutto all’ultimo minuto, la Virtus fa 2-0 soffrendo contro Treviso

Home Serie A Recap

Virtus Segafredo Bologna – De Longhi Treviso: 88-83

(16-18; 41-33; 63-54; 88-83)

Soffre fino all’ultimo, ma la Virtus porta a casa la vittoria: all’ultima sirena è 88-83. La Segafredo continua nel suo momento di appannamento, ma trova la forza di portare a casa la partita negli ultimi minuti, quando regge l’urto della De’ Longhi e firma il 2-0 sulla serie. Match complicatissimo per Bologna, reso difficile dalla banda di Menetti che lotta per tutti i 40 minuti e cavalca un Mekowulu al season high, con il lungo protagonista di 23 punti e 7 rimbalzi. Per la Segafredo sono Belinelli e Teodosic come sempre a guidare la truppa, con le fiammate di Hunter fondamentali nell’ultimo periodo.

Ora per le due squadre ci sono un paio di giorni di riposo, per tornare in campo lunedì 17 al PalaVerde.

treviso sassariTornando alla partita, la partenza della Virtus è un disastro. Nei primi 7 minuti i bianconeri sparacchiano con Belinelli, raccolgono appena 5 punto è collezionano palle perse a ripetizione. Treviso non entra nel match tanto meglio, ma con le triple di Imbró e Lockett firma il primo allungo sul 5-13. Serve l’ingresso di Teodosic e Pajola per ridare ordine e grinta alla Segafredo, accorciando sul 16-18 del 10’.

Ad inizio secondo quarto subito Teodosic firma il sorpasso, prima della risposta di Sokolowski che riporta avanti Treviso sul 25-26. Poi Bologna prende ritmo e chiude le maglie dietro, con un 10-0 che porta al primo strappo dei padroni di casa. Menetti chiama timeout e al rientro Logan prende per mano i suoi, fermando l’emorragia e portando le squadre negli spogliatoi sul 41-33.

Dopo la pausa lunga gli attacchi rientrano in campo bollenti e nei primi due minuti Mekowulu e Belinelli si rispondono colpo su colpo. Il divario resta sempre uguale, finchè non si iscrive alla gara anche Hunter e Bologna prova la fuga sul 58-43. Il +15 resta il massimo vantaggio, perchè la De’ Longhi rientra subito con ancora Mekowulu e una difesa che sale di colpi, finchè i punti di Russel e Chillo ri-avvicinano al -6. Serve uno squillo di Teodosic per arrivare all’ultimo timeout tecnico sul 63-54.

Ad inizio ultimo quarto il solito Mekowulu segna 5 punti in un amen, con Treviso che torna quasi a contatto. Bologna risponde con Belinelli e Pajola, ma la De’ Longhi ormai è viva e totalmente in gara. Così quando la Segafredo va in rottura prolungata in attacco, Treviso trova l’aggancio a quota 73 con Imbrò a 4 minuti dal termine. Da lì le due squadre procedono a braccetto, con Bologna che trova risposte da Hunter e Mekowulu e Logan che impattano costantemente. La tripla di Belinelli sembra indirizzare la gara mettendo 4 lunghezze di divario con appena un minuto da giocare. Bologna però è fallosa dalla lunetta, soprattutto con Teodosic e Treviso resta in vita, potendosi giocare tutto all’ultimo tiro: con 10 secondi sul cronometro e il punteggio sull’84-81, Pajola ingenuamente commette fallo sul tiro da tre di Imbrò. Il play siciliano però fa 2/3 dalla lunetta e dall’altra parte Belinelli fa 2/2 e chiude il match il successivo recupero di Markovic. Alla sirena finale è 88-83.

Virtus Segafredo Bologna: Markovic 7, Ricci 12, Teodosic 15, Belinelli 24, Hunter 14, Alibegovic 5, Adams 0, Gamble 5, Pajola 6, Abass 0.
All. Djordjevic

De’ Longhi Treviso: Russel 15, Mekowulu 23, Sokolowski 9, Imbrò 13, Lockett 7, Chillo 4, Logan 10, Akele 0, Vildera 2.
All. Menetti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.