Terzo quarto dirompente e la Bosnia si assicura la prima vittoria: K.O. l’Ungheria

Eurobasket 2022 Nazionali

BOSNIA ERZEGOVINA – UNGHERIA 95-85
(17-23/28-23/28-17/22-22)

Inizio di gara convincente per i magiari, complice gli ottimi innesti di Vojvoda e la poca lucidità difensiva degli avversari. La Bosnia si perde spesso, ritrovando il filo solo a tratti; l’inerzia però non va mai oltre il possesso pieno e quindi, nonostante il break firmato Musa-Halilovic, è la compagine “ospite” quella a chiudere avanti alla prima sirena (17-23). Hanga e Hopkins rispondo a Gegic e Atic, ma il vento sembra cambiare a Colonia. I balcanici hanno un’altra faccia e, dopo un perenne -7, si riallacciano progressivamente agli avversari. L’Ungheria fa fatica a staccarsi, complice la poca continuità a canestro e la tanta difficoltà palla in mano (per entrambe le squadre questo). Nurkic, Robertson e Halilovic firmano il primo vantaggio bosniaco, ma è questione di minuti il ribaltone di Benke e soci che permette il vantaggio magiaro anche nella seconda frazione (45-46).
Al ritorno dalla pausa lunga i formali padroni di casa prendono con sicurezza la vetta, grazie a un ritorno più convincente di Halilovic e meno timore a canestro. Vojvoda e Allen provano ad impensierire gli avversari, ma il numero 7 è implacabile in quel frangente e mette oltre due possessi di distanza l’Ungheria. Musa e Nurkic si accodano, mentre i magiari non riescono a sbloccarsi al ferro. Eilingsfield interrompe il digiuno ma il vantaggio ha due cifre (73-63). L’Ungheria riprova a mettersi in carreggiata nello sprint finale, chiudendo un break di 0-6 che dimezza lo svantaggio. Musa risponde ad Hanga e apre per Nurkic che rimette due possessi, ma la partita è più attiva che mai. Hanga prende il tecnico nel momento migliore dei suoi, sul -2; ne consegue lo sprint della Bosnia con Nurkic e il solito Halilovic, che serve Kamenjas per il nuovo vantaggio a 10 lunghezze. Nel finale gli ospiti provano a riprenderla ma i ritmi sono ormai forzati e la bilancia non cambia più. Alla sirena è la Bosnia Erzegovina a sorridere, con un esordio positivo e un collettivo convincente (95-85).

BOSNIA ERZEGOVINA: Nurkic 19 – Musa 19 – Robertson 18

UNGHERIA: Benke 20 – Hanga 16 – Vojvoda 15

fonte foto: fiba.basketball

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.