Trento domina alla BLM Group Arena e sconfigge Trieste: terza vittoria di fila per la Dolomiti Energia

Home Serie A News

DOLOMITI ENERGIA TRENTO – ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE 81 – 69

(24-5; 22-22; 16-24; 19-18)

Alla BLM Group Arena di Trento i padroni di casa della Dolomiti Energia affrontavano l’Allianz Trieste nell’incontro valido per la 27° giornata della LBA Serie A. Alla fine a spuntarla, in questo derby delle “terre irredente”, è proprio Trento che, grazie un primo tempo giocato alla grande, resistendo anche al, seppur timido, recupero giuliano, porta a casa la terza vittoria consecutiva. L’Aquila aggancia in classifica proprio Trieste e si erge al settimo posto, a quota 22 punti, assicurandosi, di fatto, già la salvezza e forse anche un posto ai play-off. Williams, 26 punti, Maye, 16 punti e 11 rimbalzi e Browne, 14 punti e 9 assist, sono i mattatori per i padroni di casa, mentre agli ospiti, che perdono la quarta di fila, non bastano i 13 punti a testa di Doyle e Delia. Di seguito il resoconto completo del match.

Parte fortissimo Trento con un parziale di 12-0, in cui spiccano Maye e Williams, mentre Trieste fatica e non poco a trovare la via del canestro. Solo dopo ben più di quattro minuti di gioco è Delia a sbloccare la squadra giuliana, ma ancora Maye ristabilisce subito le distanze precedenti. Doyle ci prova, ma la difesa di Trento la fa da padrone, mentre Williams porta anche sul +15 i padroni di casa. L’Allianz è completamente assente, il solo Alviti non basta. Browne e Sanders così ne approfittano e la Dolomiti Energia chiude il primo quarto già con un vantaggio di 24-5. Nel secondo periodo Williams e Martin continuano a martellare, Alviti e Upson cercando di dare la scossa, ma Trento vola addirittura sul 35-10. L’Allianz allora, con orgoglio, trova un 5-0 di parziale, con Henry e Cavaliero, che significa -18. I padroni di casa, però, non si scompongono e Browne va ancora a segno per il nuovo +22. Il solo Doyle non basta all’Allianz, così Browne e compagni chiudono il primo tempo sempre in vantaggio. Si va così negli spogliatoi sul 46-27.

Non solo Williams ma anche Luke Maye, con 16 punti e 11 rimbalzi, è grande protagonista in questa partita vinta da Trento.

Al rientro in campo sempre Williams segna subito il +21, ma Trieste sembra rinvigorita: ecco allora che con un parziale di 10-2, in cui spiccano Fernadez e Delia, gli ospiti si avvicinano al -12. Williams risponde presente e la Dolomiti Energia tiene botta, restando avanti. Dopo una interruzione di diversi minuti per alcuni problemi tecnici l’Allianz si rifà ancora sotto con Delia e Upson per il -10. Martin e Maye provano a tenere ancora lontana Trento, ma Cavaliero e compagni non mollano e si avvicinano ancora (-9). Sanders però si mette in  proprio nel finale e i padroni di casa chiudono sopra, di undici lunghezze, anche il terzo quarto. Sempre l’#11 dei bianconeri trova, subito, anche la tripla nell’ultimo quarto, che significa il nuovo +14 per l’Aquila. Henry non molla, ma Williams e Maye tornano sui livelli del primo tempo, così Trento ritorna in pieno controllo. Cavaliero e Doyle cercano ancora la rimonta, ma Browne e i suoi resistono a +15, sfruttando anche il solito Williams. La gara si avvia così verso la sua naturale conclusione, senza troppi sconvolgimenti: Trento vince 81-69 e ribalta anche la differenza canestri dell’andata (terminata 92-82 per i giuliani).

Milton Doyle non basta a Trieste che perde ancora, la quarta partita di fila (Fonte foto: Ufficio Stampa Pallacanestro Trieste).

TABELLINI

DOLOMITI ENERGIA TRENTO: Browne 14, Martin 11, Sanders 8, Morgan 6, Williams 26, Forray N.E. , Conti, Mezzanotte, Pascolo N.E. , Jovanovic N.E: , Ladurner N.E: , Maye 16; Rimbalzi: 39 (Maye 11); Assist: 20 (Browne 9);

Coach: Emanuele Molin

ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE:  Da Ros 3, Alviti 12, Henry 8, Doyle 13, Delia 13, Fernandez 3, Laquintana, Coronica N.E: , Cavaliero 9, Arnaldo N.E: , Upson 4, Grazulis 4; Rimbalzi: 43 (Da Ros, Grazulis 6) ; Assist: 14 (Da Ros, Delia 13);

Coach: Eugenio Dalmasson

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.