Trento fa valere ancora il fattore campo, battuta Venezia in gara-4

Serie A Recap

Aquila Basket Trento – Reyer Venezia 61-51

 (19-14; 14-11; 12-9; 16-15)

Si deciderà tutto al Taliercio la serie tra Trento e Venezia, con l’Aquila che si aggiudica una gara4 fisica e balisticamente a basso livello per prolungare ancora il suo percorso nei playoff: nel primo tempo sono i bianconeri con Marble e Gomes a dare il vantaggio alla formazione di casa e poi si dimostrano bravi a livello mentale a tenere il vantaggio della partita, per poi esplodere nel quarto finale con l’allungo decisivo che porta la serie alla bella.

Nei primi minuti di gioco c’è grande equilibrio in campo: la Reyer punta forte sul giro palla perimetrale e il gioco dei blocchi per creare un vantaggio dentro l’area per Vidmar, mentre Marble si erge come primo terminale per i bianconeri; il n.1 trentino apre l’incontro con 11 punti personali (3 bombe) che danno il vantaggio sull’11-7 dopo 6′ che spingono De Raffaele a spendere il primo timeout. Minuto che giova più alla formazione dolomitica, che prosegue il parziale toccando anche il +10, poi un paio di pick&roll ben conclusi da Watt sembrano raddrizzare il trend dei lagunari: l’Aquila comincia a perdere incisività in attacco, ma al primo gong è in vantaggio 19-14. Nel secondo periodo tocca a Gomes rilanciare il parziale bianconero con un paio di triple, mentre Venezia viene costretta a tiri con poco ritmo dalla lunga distanza; nella seconda metà del periodo, le percentuali cominciano ad abbassarsi con entrambe le compagini che perdono lucidità nella selezione dei tiri, ma l’Aquila tiene ancora un importante vantaggio grazie al dominio sotto i tabelloni di Hogue (31-21); prima dell’intervallo non cambia nulla con il tabellone che recita 33-25.

Al rientro in campo nessuna delle due compagini riesce a sbloccarsi: le difese non concedono tiri aperti o giri di palla fluidi e servono 3 minuti e mezzo prima che Bramos e Haynes smuovino la retina per il 33-31; la confusione in campo e le basse percentuali abbassano il livello della gara, ma è la compagine di Buscaglia a tenere meglio a livello mentale riportandosi sulla doppia cifra di margine grazie a Jovanovic e Craft portandosi sul 45-36 prima dell’ultimo periodo. Il quarto si apre con le compagini che sembrano trovare finalmente ritmo in attacco: Craft e Forray si prendono l’attacco bianconero sulle spalle, mentre i tiri orogranata passano dalle mani di Bramos; i bianconeri trovano un importante +13 grazie a Hogue, con Venezia che prova a forzare la mano per ricucire qualche punto. Tuttavia mancano i canestri importanti dai migliori interpreti veneziani e a Trento non resta che controllare e vincere per 61-51

 

TRENTO: Marble 16, Pascolo 2, Mian, Forray 6, Flaccadori 1, Craft 9, Mezzanotte ne, Gomes 6, Hogue 12, Lechtaler ne, Jovanovic 9

VENEZIA: Haynes 7, Stone, Bramos 15, Daye 7, De Nicolao 7, Vidmar 2, Biligha n.e., Giuri, Mazzola, Cerella 3, Watt 10, Tonut ne

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.