Trieste piega una tenace Cantù sul filo del rasoio e si aggiudica il posticipo serale

Home Serie A Recap

ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE – ACQUA S. BERNARDO CANTÙ 82 – 79

(16-19; 26-26; 19-20; 21-14)

All’Allianz Dome andava in scena l’incontro tra la Pallacanestro Trieste e la Pallacanestro Cantù valido per il posticipo della giornata numero 21 della LBA Serie A. Alla fine a spuntarla sono stati proprio i padroni di casa che, dopo una partita quasi sempre a rincorrere, trovano il guizzo giusto nei minuti finali e portano a casa una importante vittoria. Gli ospiti, invece, sprecano tutto proprio sul più bello, dopo una gara giocata ottimamente e perdono l’opportunità di staccare Varese e restano in fondo alla classifica. I migliori del match per l’Allianz sono Henry (20 punti e 12 rimbalzi) e Delia (13 punti e 9 rimbalzi), mentre Smith (30 punti) e Gaines (14 punti e 5 assist) non bastano all’Acqua San Bernardo. Di seguito la cronaca completa del match.

Smith porta subito avanti i brianzoli, mentre Trieste fatica a trovare la via del canestro. Ci pensa allora Delia dalla lunetta ad impattare la partita e poi arriva anche l‘8-2 per l’Allianz grazie ad un doppio Henry e ancora al lungo argentino. Smith e Gaines provano a riavvicinare Cantù, ma Da Ros e ancora Henry tengono a distanza i giuliani (+6). Pecchia e compagni però non ci stanno e tornano ancora sotto, riuscend0 poi a tornare avanti termine quarto grazie ad un parziale di 8-0 in cui spicca sempre Smith. Il primo quarto si chiude così sul 16-19. Nel secondo periodo Thomas segna subito il +5, ma Peric risponde presente. Smith però è on fire e l’Acqua San Bernardo allunga ancora fino al +9. Upson ci prova, ma gli ospiti difendono aggressivi e poi segnano ancora con Johnson e Leunen portandosi sul 22-35. Tocca allora a Fernandez, che mette sette punti in fila, riportare sotto l’Allianz (-6), ma Smith tiene ancora lontana Cantù. Henry e compagni, però, non mollano e nonostante le schiacciate di Kennedy, tornano pericolosamente in partita, arrivando fino al -1 . Procida e Johnson però rispondono subito con un 5-0 di parziale. Delia non basta a Trieste e il primo tempo si chiude così sul 42-45.

Non bastano a Cantù i 30 punti di Jaime Smith per vincere in casa di Trieste.

Al rientro in campo Laquintana segna subito da tre, ma Leunen e Smith rispondono presenti: Cantù ritorna così a +5. Fernandez ci prova, ma sempre il solito Smith piazza ancora una tripla che vale il 46-53 per i brianzoli. Trieste si affida allora ancora ad Henry per rientrare, ma Gaines e i suoi restano comunque avanti di cinque lunghezze. Ci pensano poi Smith e Pecchia ad allungare e gli ospiti si portano così sul 51-60 e metà quarto. L’Allianz prova a reagire nuovamente con un 5-0 firmato Delia e Peric, ma Leunen e Smith non ci stanno e Cantù resta lontana (+9). Tocca allora a Laquintana svegliare dal torpore i biancorossi: l’ex Brescia ne mette cinque di fila e rimette i suoi a -4 proprio alla fine del terzo periodo. Nell’ultimo quarto Thomas spara subito la tripla del nuovo +7, ma Trieste grazie all’auto-canestro proprio del numero #1 e a Peric resta lì, solo a -3. Ora la gara è molto equilibrata, ma anche molto confusa: così a Cantù bastano Johnson e Gaines per restare in controllo (+6). L’Allianz però non molla e con Delia riesce a tornare addirittura a -2, ma Smith non vuole saperne di fermarsi e con il suo trentesimo punto porta l’Acqua San Bernardo sul 71-75. Sembra finita ma non lo è. Gli ospiti, infatti, si distraggono proprio nel finale e i padroni di casa impattano incredibilmente la gara sul 75 pari grazie all’1/2 ai liberi di Delia e alla tripla di Alviti. Succede di tutto nel finale e la partita si decide proprio sul filo del rasoio: prima Fernandez fa 2/2 dalla lunetta, poi Alviti ruba palla per il +4 di Trieste, ma l’ingenuità di Da Ros regala ben tre liberi a Gaines. Il numero 0 li segna tutti e a 10 secondi dal termine fissa il punteggio sul 79-78. Il fallo sistematico di Cantù manda allora in lunetta Fernandez, le cui mani non tremano e così nonostante il tecnico a Da Ros e il libero a segno ancora di Gaines, l’Allianz trova la forza di difendere e portare a casa la vittoria. La partita si chiude così sull’82-79.

Myke Henry è grande protagonista anche contro Cantù con 20 punti e 12 rimbalzi che portano alla vittoria l’Allianz (Fonte foto: Ufficio Stampa Pallacanestro Trieste).

TABELLINI

ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE: Da Ros 4, Cavaliero 0, Fernandez 13, Alviti 9, Peric 7, Laquintana 12, Coronica N.E., Arnaldo N.E., Doyle 0, Upson 4, Delia 13, Henry 20; Rimbalzi: 44 (Henry 12); Assist: 12 (Doyle, Delia 4);

Coach: Eugenio Dalmasson

ACQUA S. BERNARDO CANTÙ: Procida 5, Smith 30, Johnson 9, Pecchia 4, Leunen 8, Baparape N.E., Gaines 14, La Torre N.E., Thomas 5, Bayehe 0, Kennedy 4, Caglio N.E.; Rimbalzi: 31 (Leunen 6); Assist: 20 (Gaines 5);

Coach: Piero Bucchi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.