Trieste-Sassari, le pagelle: Bendzius e Robinson protagonisti per la Dinamo, Allianz ancora una volta rimandata

Home Pagelle Serie A

All’Allianz Dome di Trieste i padroni di casa della Pallacanestro Trieste sono stati sconfitti dalla Dinamo Sassari per 89-75 nel recupero della giornata numero diciannove della LBA Serie A. Di seguito le pagelle del match.

ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE

Banks 4,5: il talento non è acqua e il nativo di Memphis cerca di dimostrarlo anche stasera, ma non è proprio giornata. Chiude con 10 punti ma anche con tante scelte sbagliate.

Davis 5: altra partita incostante quella del #2 giuliano, con qualche spunto qua e là che gli consentono di segnare 12 punti. Sempre però troppo poco per vincere.

Alexander 4: continua a confermare il suo essere un “pesce fuor d’acqua”, completamente fuori dagli schemi della sua squadra. Spaesato è dire poco, sbaglia costantemente tutte le scelte sia offensive che difensive.

Konate 4,5: rispetto a tre giorni fa non è cambiato molto, prova ad impegnarsi e a sfruttare la sua stazza per farsi largo tra le maglie avversarie ma combina poco o nulla.

Deangeli 6: quando viene chiamato in causa ci mette sempre il “morbin” giusto e cerca di aiutare la sua squadra come meglio può. Alla fine il suo bottino finale conta 3 punti e 7 rimbalzi.

Mian 5: parte bene, poi si perde come il resto dei suoi compagni di roster diventando “oggetto misterioso” con il passare dei minuti. 8 punti e 5 rimbalzi sono un misero bottino per un giocatore con le sue qualità.

Delia 5: si sveglia quando ormai è troppo tardi, cercando di salvare almeno la faccia ma non basta. I 14 punti finali ingannano, ma in realtà il suo contributo non è stato all’altezza.

Campani S.V. : non mette mai piede sul  parquet in questa gara e quindi non giudicabile.

Cavaliero 5: il cuore del capitano questa volta non basta, nervoso e poco d’aiuto per i suoi compagni di squadra quando viene chiamato in causa.

Campogrande 4,5: prova ancora una volta incostante e senza spunti di grande rilievo quella dell’ex Venezia, che prova a rendere la sua partita interessante solo quando ormai è già tutto compromesso.

Grazulis 6: forse l’unico a salvarsi, insieme a Deangeli, per rendimento e costanza, ma tutto da solo non può fare. Chiude con 10 punti.

Lever S.V. : non entra mai in campo in questa partita e quindi non valutabile.

Coach Ciani 4,5: la sua squadra non c’è sul parquet, se non probabilmente solo nei primi dieci minuti del match. I giocatori sembrano non rispondere alle sue indicazioni, stanchi sia mentalmente che fisicamente e lui non è in grado di dare la scossa per far cambiare qualcosa, se non quando ormai è troppo tardi per recuperare.

BANCO DI SARDEGNA SASSARI

Logan 6,5: in quanto a talento anche lui non è secondo a nessuno e infatti con le sue triple e le sue giocate è un continuo rebus per la difesa dei padroni di casa. Chiude con 12 punti il suo match.

Robinson 7,5: guida la sua squadra come meglio non può: segna (11 punti), serve assist (16), difende e dispensa consigli ai compagni. Vero cervello della squadra.

Kruslin 6,5: partita di qualità e senza troppe sbavature quella del croato, sempre preciso e puntuale.

Gandini S.V.: non mette mai piede sul parquet in questo match e quindi non valutabile.

De Vecchi S.V. : solo pochi secondi in campo per il capitano della Dinamo e quindi non giudicabile.

Treier 6: nei pochi minuti in campo non sfigura, segna 6 punti e si impegna al massimo. meritando la sufficienza.

Chessa S.V. : mai sul parquet in questo match e quindi non valutabile.

Burnell 6: gara solida, senza troppi spunti e poche sbavature. Non brilla, ma non sfigura neanche, tanto stasera ci pensano suoi compagni di squadra a far vincere Sassari.

Bendzius 7,5: il lituano è sempre una sicurezza e lo dimostra anche in questo match, segnando, difendendo  e gestendo il pallone nel modo migliore possibile per tutta la gara. Chiude con 26 punti totali.

Mekowulu 6,5: sotto le plance la sua fisicità è sempre un fattore, anche stasera. Lotta, si sbraccia, schiaccia e cattura rimbalzi. Alla fine il suo score recita 9 punti e 8 rimbalzi.

Gentile 6,5: solita partita ordinata e precisa quella del buon Stefano, che chiude con soli 3 punti ma tanta intensità e giocate intelligenti.

Diop 7,5: costante spina nel fianco della difesa giuliana, nell’area piccola fa valere centimetri e stazza. Chiude con 13 punti la sua partita.

Coach Bucchi 7: gestisce bene la sua squadra dall’inizio alla fine, facendole mantenere intensità e costanza. Anche quando Trieste tenta la disperata rimonta fa mantenere il sangue freddo ai suoi ragazzi e non sbaglia le scelte e i cambi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.