Un cuore e un D’Almeida giganti lanciano la Remer, Verona battuta e serie in parità

Home Serie A2 News Recap

REMER TREVIGLIO – TEZENIS VERONA 65-61

(12-21; 21-16; 23-12; 9-12)

Con una prova di cuore e un D’Almeida spaziale la Remer Treviglio porta a casa gara2 resistendo a Verona (priva di Amato) e recuperando da un meno 10 iniziale che avrebbe tagliato le gambe a chiunque; ma Palumbo prima e D’Almeida poi si son presi in mano la squadra, con Borra con una mano mezza rotta e i due stranieri fuori dal match e a corto di fiato han permesso alla banda di Vertemati di rimontare, superare e resistere agli attacchi scaligeri portando la vittoria a casa. Per Verona un ottimo Candussi da 21+7, mentre confusionari tutti gli altri. Ora la serie si sposta a Verona, con la Tezenis che resta indubbiamente favorita ma dovrà sudare per sconfiggere una Treviglio sempre più spettacolare.

Verona riparte da dove aveva finito, ovvero macinando triple in avvio mentre Treviglio appare contratta ma con Pecchia in campo; Vujacic sigla l’8-2 Tezenis, la Remer non trova alcun sbocco offensivo e la bomba del +10 di Ferguson obbliga Vertemati al timeout immediato con i suoi in palese difficoltà. 5 punti di un positivo Palumbo sbloccano la Remer che rientra perlomeno mentalmente nel match, ma il finale di periodo è ancora a favore degli scaligeri che con Ferguson e Quarisa allungano fino al 21-12 del primo mini-intervallo. Treviglio entra con una faccia diversa in campo, ancora Palumbo si prende la scena con una tripla siderale, D’Almeida difende come un forsennato e Caroti in transizione firma il meno 2 che riapre tutto con Dalmonte stavolta obbligato a interrompere il gioco. Ma la Remer prosegue, 6 punti di fila di un D’Almeida clamoroso danno il primo vantaggio nella serie agli orobici, fin quando Candussi sblocca il digiuno dei suoi siglando il 25-27. Poletti con un paio di buone giocate, complice dei fischi molto dubbi a suo favore riporta avanti Verona, Candussi sulla sirena trova un gran canestro che vale il 37-33 dell’intervallo. Alla ripresa del gioco Treviglio la impatta subito con la bomba di Roberts dopo un bel canestro di Poletti, Remer più concentrata e un super Palumbo con 5 di fila porta avanti i suoi sul 45-41. Reazione scaligera, Candussi sempre più protagonista e nuovamente parità a metà periodo, ma Treviglio ha un D’Almeida sempre più nel match, ne mette 7 di fila e porta i suoi avanti 54-47 con Dalmonte che ferma tutto e vuol parlarci sopra. Nell’ultimo minuto la distanza non cambia e la Remer al 30′ è avanti 56-49. Inizio di ultima frazione da film horror, attacchi orribili da ambo le parti, segna solo Roberts su libero per il +9, e ancora una volta Dalmonte è obbligato a chiamare minuto per svegliare i suoi; Ikangi e Ferguson rispondono presente per il 53-58, ma Reati segna finalmente il primo canestro dal campo per i suoi nel periodo e vale il +6 a 3.45′ dal termine. Verona ha sempre però Candussi a tenerla in piedi, appoggio e due liberi ed è 59-61 con la tensione a livelli altissimi. Reati sbaglia la tripla, Candussi risponde con un 2+1 che manda Verona in parità quando manca un minuto di gioco preciso. Roberts con una giocata di puro talento segna il +2 Remer a 28″ dal termine, e Dalmonte chiama il minuto per i suoi; Vujacic si prende un brutto tiro sbagliandolo, rimbalzo di D’Almeida e fallo immediato col ragazzo del 2001 che glaciale fa 2 su 2 e chiude il match. Treviglio vince con merito 65-61 e la allunga almeno a gara4.

TREVIGLIO: Pecchia, Nikolic 3, Reati 9, Caroti 10, Palumbo 14, D’Almeida 19, Tiberti, Roberts 8, Borra 2

VERONA: Dieng, Ferguson 13, Poletti 11, Amato, Candussi 21, Vujacic 10, Udom, Quarisa 2, Severini 2, Ikangi 2

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.