contatore visite free Una dinamica Pompea stende la Tezenis (83-78) nel quadrangolare di San Bonifacio

Una dinamica Pompea stende la Tezenis (83-78) nel quadrangolare di San Bonifacio

Serie A2 News

La Pompea Mantova batte la Tezenis Verona 83-79 nel primo incontro semifinale del “1° Torneo Città di San Bonifacio”. La vittoria arrivata ieri sera presso il PalaFerroli permette agli Stings di giocarsi oggi (sabato 8) la finale per il 1°/2° posto contro la De Longhi Treviso, anch’essa vincitrice contro la KLEB Basket Ferrara per 83-65 del turno precedente.
Alle ore 18:15, sempre al Palasport di San Bonifacio, inizierà la gara per il 3°/4° posto mentre la finalissima Mantova – Treviso avrà inizio alle ore 20:30.

Una bella, bellissima impressione, quella suscitata dalla squadra virgiliana al primo vero test probante nelle amichevoli di preseason. In testa dall’inizio alla fine, anche con 14 lunghezze di vantaggio, la Pompea ha saputo imprimere il proprio ritmo (infernale) di gioco per larghi tratti di gara contro la super corazzata veronese, e al tempo stesso reggere nei momenti di difficoltà quando la Tezenis si riportava sotto con mini-parziali realizzati dai singoli (Amato, Ferguson, Candussi). E’ vero, era un amichevole e manca ancora un mese di duro lavoro all’inizio della stagione, ma gli Stings sono sembrati brillanti (soprattutto sul piano fisico) dimostrando di essere già un gruppo coeso, affiatato e determinato con tanta voglia di fare bene. In regia capitan Vencato è ormai una sicurezza, segna sia dalla distanza sia in penetrazione attaccando forte il canestro, dispensando assist al bacio, il tutto con accelerezioni e frenate improvvise, senza trascurare la fase difensiva. Molto bene anche la coppia americana (40 punti totali), con Warren sugli scudi ribadendo la propria propensione al tiro dalla lunga distanza (5 bombe a segno) ma capace anche di variare il proprio gioco con soluzioni alternative (penetrazioni, assistenze) e Morse, autore di una prestazione maiuscola, sopratutto nel pitturato con un paio di schiaccioni spettacolari. Note positive anche per Raspino, Ghersetti e Maspero, apparsi molto reattivi sia in fase offensiva che in quella difensiva dimostrando carattere e applicazione negli schemi di gioco. Nonostante sia ancora prestissimo, si comincia già ad intravedere qualche trama di gioco e lo spirito combattivo che la coppia Seravalli-Cassinerio intendono infondere a questo gruppo formato da tanti giovani.  La vittoria, seppur in un torneo amichevole ma contro la storica rivale della Tezenis Verona trasmette carica e serenità all’ambiente ripagando il lavoro sin qui svolto e permettendo di lavorare al meglio in palestra nella prossima settimana. Ma non montiamoci la testa, il bello deve ancora venire… e li si farà sul serio.

Pompea Mantova – Tezenis Verona 83-78
(24-13; 49-36; 67-56)
Pompea Mantova: Vencato 11, Morse 22, Poggi 5, Raspino 9, Visconti 5, Ferrara 2, Ghersetti 6, Maspero 5, Warren 18, Albertini n.e., Guerra n.e. All. Seravalli
Tezenis Verona: Ferguson 13, Amato 17, Candussi 14, Henderson 8, Maspero 5, Udom 9, Quarisa 6, Severini 3, Ikangi 3, Guglielmi n.e. All. Dalmonte

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.