olimpia milano

Una solida Milano mette Venezia al tappeto: l’Olimpia conquista la finale

Home Serie A Recap

UMANA REYER VENEZIA – AX ARMANI EXCHANGE MILANO  83-93

(21-21; 17-17; 14-24; 31-31)

Milano e Venezia arrivano a Gara-3 di semifinale con due stati d’animo differenti: i lagunari, padroni di casa, sono già obbligati a vincere per rimanere ancora in corsa, mentre l’Olimpia, dopo l’avventura alle Final Four di Eurolega giocate a Colonia che l’hanno vista concludere la competizione al terzo posto, ha in mano il primo di 3 match point per staccare il biglietto per la finale scudetto, dove già c’è la Virtus Bologna, che ha eliminato l’Happy Casa Brindisi per 3-0.

La gara viene sbloccata da un canestro di Chappell, a cui risponde Hines; il 4-2 porta la firma di Mitchell Watt: il lungo americano dimostra da subito di essere in grande serata, segnando a ripetizione e mantenendo in equilibrio la partita, dall’altra parte Shields e Punter sono le armi in più per coach Messina, il primo quarto termina sul 21 pari.

Nel secondo periodo gli attacchi si fermano e le percentuali i abbassano molto, grazie soprattutto alla grande intensità delle due difese: Chappell e Watt sono ancora protagonisti per la Reyer, mentre Milano trova in Paul Biligha una risorsa importante dalla panchina. Il tempo si conclude con un botta e risposta da 3 punti tra Punter e Jerrells, che fissa il risultato sul 38-38 all’intervallo lungo.

Mitchell Watt, protagonista del primo tempo orogranata

Le squadre rientrano in campo mettendo molta aggressività in difesa: Venezia continua a tirare male dall’arco e Milano allunga sul 45-39 con la tripla di Punter a cui fa seguito un altro tiro pesante di Rodriguez; De Raffaele gioca l’arma della zona 2-3 ma viene bucata da Hines per il 41-49. Milano trova la doppia cifra di vantaggio con una grande giocata del Chacho e nonostante una tripla di Mazzola, l’Olimpia rimane a distanza di sicurezza; nel finale di quarto si accende il talento di Austin Daye, che riporta i suoi sul -8, mentre Rodriguez dalla lunetta fissa il punteggio sul 52-62.

Una tripla di Shields apre il quarto periodo, a cui risponde subito Chappell: Hines e Punter continuano a colpire in attacco, mentre Venezia rimane aggrappata alle giocate estemporanee dei singoli; 4 punti in fila di LeDay mandano Milano sul +16 a 5′ dalla fine (63-79), De Raffaele mette i suoi in zona 3-2 ma è ancora Hines a bucarla con un gioco da 3 punti (65-82). Austin Daye è l’ultimo a mollare e con 8 punti filati riporta i suoi a -11 (73-84): un gioco da 4 punti dello stesso Daye vale il -6 (81-87) con 1′ sul cronometro ma una brutta palla persa da parte di Watt nel possesso successivo spegne le speranze di Venezia, sarà Bologna-Milano la finale della stagione 2020-21.

VENEZIA: Casarin 1, Stone 3, Tonut 11, Daye 22, De Nicolao 3, Vidmar, Chappell 12, Mazzola 3, Cerella, Possamai, Watt 19, Jerrells 9.

MILANO: Punter 19, LeDay 16, Moretti, Moraschini 2, Rodriguez 11, Biligha 6, Cinciarini NE, Delaney 2, Shields 16, Hines 17, Datome 4, Wojciechowski.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.