Un’ottima Bergamo si arrende nel finale a Orzinuovi

Recap

Ci sono sconfitte che fanno male in modo particolare. E per la Withu Bergamo Basket, quella subita al “PalaAgnelli” per 78-72 contro l’Agribertocchi Orzinuovi nella sfida di recupero della quarta giornata è una di quelle. I gialloneri hanno infatti interpretato la partita nel modo migliore evidenziando quaranta minuti di vitalità e mettendo alle corde spesso i quotati orceani ma hanno ceduto nelle battute finali.  E viene da pensare in momenti come questi che sarebbe bello se anche lo sport della palla a spicchi ammettesse il verdetto di parità, perchè nessuna delle due compagini obiettivamente avrebbe meritato di uscire tra le lacrime. Ma tanto è, l’Agribertocchi si conferma migliore attacco del girone con il solito, diluviale Miles che ne manda a referto ventidue e si ritaglia un’altra giornata di sole splendente e intasca la quinta vittoria di fila dopo quelle con Biella, Casale, Treviglio e Trapani. Bergamo, nonostante un Pullazi in grande vena realizzativa e gli altrettanto ottimi Purvis e  Da Campo, si trova invece a dover rimandare per la settima volta l’appuntamento con la sua prima vittoria stagionale. Ma i supporter orobici e coach Marco Calvani escono con una certezza granitica: questa Bergamo, con il cuore e la determinazione mostrate contro Orzinuovi e già nell’ultimo quarto contro Verona, non deve temere nessuno.

PRIMO QUARTO – L’avvio sorride decisamente ai gialloneri; Da Campo e Zugno siglano subito un 4-0, Miles comincia a muovere il tabellone anche dalla parte di Orzinuovi desiderosa di frequentare il salotto buono della classifica. Easley porta Bergamo al riallungo sul 6-2, Hollis sfodera la prima tripla della gara di marca ospite. I Calvani boys allungano ulteriormente con una tripla di capitan Zugno e un tiro libero di Pullazi, Hollis, però, tiene gli orceani incollati sull’8-10 grazie alla seconda tripla di Hollis. Bergamo tenta un allungo  e va in accelerazione con Da Campo e Pullazi portandosi a più sette: 15-8.  Coach Fabio Corbani chiama a raccolta i suoi in timeout per riordinare le idee. Alla ripresa Pullazi con due tiri liberi allunga il fossato a favore degli orobici, Purvis sbaglia una schiacciata e Zilli ne approfitta per attenuare il ritardo orceano con quattro punti in serie. Galmarini porta gli ospiti a un ulteriore avvicinamento ma Purvis, in accelerazione, sigla il canestro del 19-14, Spanghero riporta Orzinuovi a meno uno con cinque punti in serie (un canestro e tre tiri liberi). I sigilli di Parravicini per gli orobici e  di Zilli su opposto fronte rifiniscono il risultato a favore di Bergamo per 21-20 alla fine dei primi dieci minuti di ostilità.

 

SECONDO QUARTO – Primo sorpasso orceano con Miles, Galmarini allunga a più quattro con un gioco da tre. Miles fà alzare ulteriormente in quota gli ospiti portando i suoi a più sei, Bergamo non si perde d’animo e si porta sul 24-27 per merito di Masciadri.  Il solito Miles riporta Orzinuovi a più sei, Vecerina firma i suoi primi punti riavvicinando Bergamo. Masciadri riporta di nuovo la squadra di Calvani con il fiato sul collo dei bresciani per 29-30 ma Miles sforna quattro punti in serie ed è più cinque Orzinuovi. Nuova ripresa bergamasca con Zugno e un appoggio sul vetro di Masciadri, Mastellari però riporta Orzinuovi a più tre. Ogni fuga ospite è puntualmente rintuzzata dai gialloneri e Purvis ripristina il meno uno. Galmarini replica con una schiacciata e nuovo controcanto di Da Campo che questa volta sovrappone il bottino bergamasco a quello orceano: 38-38. Lo stesso Da Campo porta Bergamo in orbita con due tiri liberi, Purvis mette a segno una tripla, il tiro libero di Miles non impedisce a Bergamo di arrivare all’intervallo lungo avanti di quattro punti: 43-39.

TERZO QUARTO – Dopo venti secondi Easley amplia il fossato a beneficio degli orobici. Spanghero replica ma Pullazi rialza di nuovo la voce per Bergamo portandola fino al massimo vantaggio di più otto: 49-41. Hollis sforna un’altra tripla d’autore in cui sembra davvero avere la mano fatata ma il solito Pullazi ricaccia Orzinuovi a meno otto. Purvis porta Bergamo in doppia cifra di vantaggio sul 54-44. Hollis accumula un po’ di nervi e arriva al quarto fallo. Orzinuovi cerca di raccogliere le idee e si riavvicina con Miles e Negri. Purvis fà decollare ancora Bergamo sul più cinque in penetrazione ma Spanghero risponde con una tripla. Zugno rimette in movimento il tabellone luminoso sul lato orobico, Spanghero fà altrettanto nella sezione ospiti e a dieci minuti dal termine il match è ancora nelle mani di Bergamo per 58-56.

 

ULTIMO QUARTO – Bergamo comincia ad assaporare il sogno di spezzare la serie horror di sei stop consecutivi, un tiro libero di Seck e Da Campo la spingono sul più sei: 62-56. Mastellari riporta Orzinuovi a meno uno ma Da Campo  con due tiri liberi ripristina il più tre. Orzinuovi, però, ha ancora benzina da utilizzare e lo dimostra con Spanghero che realizza il canestro del meno uno e Mastellari che mette la freccia di sorpasso: 66-64 per gli ospiti. Pullazi e Purvis attuano il controsorpasso, Galmarini riporta la parità assoluta: 68-68. Si comincia a credere che, per sciogliere il dubbio su chi si porterà a casa la partita, possano occorrere i supplementari. Ma sia Bergamo sia Orzinuovi hanno fretta di chiuderla subito a loro favore dopo avere speso, e assai bene, moltissime energie. Pullazi rimette Bergamo avanti con un tiro libero, Mastellari risponde da par suo con un tiro libero e una tripla e Orzinuovi si riporta avanti: 72-69. Il finale di gara è da togliere il fiato: Purvis in schiacciata riporta Bergamo a più uno, Miles con due tiri liberi rilancia Orzinuovi a più tre: 74-71. Bergamo prova a giocarsi le ultime chance con un tiro libero di Easley ma Miles e Mastellari, con due tiri liberi a bersaglio a testa, chiudono il discorso a favore di Orzinuovi per 78-72. Una vittoria che, per i bresciani, vale doppio sia perchè consente loro di agguantare il terzo posto in classifica sia perchè ottenuta contro una Bergamo davvero di ottima fattura.

 

MIGLIORI IN CAMPO

WITHU BERGAMO BASKET: REI PULLAZI: trascina, segna, produce gioco, quando estrae dal taschino il talento di cui è dotato rappresenta davvero una pepita d’oro nel forziere bergamasco.

AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI: ANTHONY MILES:  è più forte di lui, meno di venti punti non se li vuole mai concedere, e anche questa volta ne autografa ventidue che per Orzinuovi valgono il pokerissimo di gloria e il moto ascensionale laddove la classifica profuma di buono.

TABELLINO

WITHU BERGAMO BASKET: Pullazi 16, Purvis 15, Da Campo  14,  Zugno 9, Easley 7, Masciadri 5, Vecerina 3, Parravicini 2, Seck 1. Bedini. N.e: Riboli, Aiello. Coach: Marco Calvani.

AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI: Miles 22, Mastellari 16, Spanghero  13, Hollis 9, Galmarini 9, Zilli 6, Negri 3, Guerra, Rupil, Tilliander, Cassar. Coach: Fabio Corbani.

ARBITRI

Alessandro Tirozzi di Bologna, Roberto Radaelli di Rho (MI) e Michele Centonza di Grottammare (AP).

 

STATISTICHE

Tiri liberi: WITHU BERGAMO BASKET: 15 su 23, AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI: 17 su 21.

Assist: WITHU BERGAMO BASKET: 8 (Purvis, Zugno, Vecerina 2), AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI 14 (Spanghero 6).

Rimbalzi: WITHU BERGAMO BASKET: 40 (Zugno, Easley 9), AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI 32 (Zilli 12).

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.