Va alla Virtus Bologna il derby italiano di Eurocup, Trento al tappeto nella volata finale

Coppe Europee Eurocup Home

Dolomiti Energia Trento – Virtus Segafredo Bologna: 67-73

(13-26; 30-39; 48-54; 67-73)

Trento e Virtus danno vita ad una bellissima partita, dove la spunta solo nel finale Bologna grazie al 67-73 finale. Dopo un avvio clamoroso per gli ospiti, arrivando anche al +16 nel primo quarto, l’Aquila ha trovato nuovi equilibri e ha ridotto lentamente il divario. Il pareggio è arrivato al 34′, per dare vita ad un finale in volata. Trento è riuscita anche a mettere il naso avanti, sul +4 a meno di 4 minuti dal termine, ma poi nel momento decisivo la Segafredo è salita di colpi. Difesa temeraria, attacco ragionato e 4-10 di parziale. Sotto la guida di Ricci e Teodosic la Virtus ha così messo le mani sulla vittoria, portando a casa un successo pesante. Con questo risultato Trento è con un piede fuori dalla competizione, mentre Bologna può guardare con meno ansia al girone di ritorno.

CRONACA: messa quasi con le spalle al muro dalla vittoria del Darussafaka contro il Partizan, Bologna parte aggredendo subito il match, indirizzando la gara con il 3-16 dei primi 4 minuti. Trento colleziona ben 8 palle perse nei primi 10′ e sprofonda sul 13-26 del 10′, già doppiata alla prima pausa tecnica. Nel secondo quarto l’energia di Forray e Pascolo serve ai padroni di casa per ricucire lo strappo iniziale, ma senza riuscire ad abbassare la doppia cifra di margine. La solidità di Gamble sotto le plance consente a Bologna di rintuzzare il vantaggio, prima di una nuova fiammata di Craft e Forray per riaprire il match sul 24-30. L’elastico continua con la Segafredo che torna a +9, rientrando negli spogliatoi sul 30-39.

Dopo la pausa lunga le due squadre rientrano sul parquet con un’intensità altissima, decisamente superiore a quanto visto nel primo tempo. Nessuno vuole fare un passo indietro e l’equilibrio regna sovrano, con le difese che fanno faticare ogni giocata dell’attacco e la Virtus che fatica con i piedi dietro l’arco (14 errori consecutivi). Così la Dolomiti Energia rosicchia ancora qualche punto del margine iniziale, chiudendo al 30′ sul 48-54. L’ultimo quarto si apre con Trento a rallentare i ritmi, trovando appena un 6-0 nei primi 3 minuti che valgono però il primo pareggio dalla palla a due (54-54). Bologna va in rottura prolungata e non riesce ad avere rotazioni e velocità in attacco, venendo punita poi da Forray per il primo vantaggio dei padroni di casa al 34′. La tripla di Teodosic interrompe il parziale di 12-0 a favore dell’Aquila, ma è effimera perchè con un Forray infuocato firmi il +4 Trento. Nel momento di massima difficoltà Ricci e Teodosic prendono per mano Bologna e si entra negli ultimi 3′ di gara sul 63-63. Da lì in avanti sempre Ricci e Teodosic ribaltano definitivamente l’inerzia e firmano la fuga decisiva. La regia di Markovic e la presenza intimidatoria di Hunter fanno il resto, con la Dolomiti Energia che si scioglie sul più bello e vede azione dopo azione gli avversari sempre più lontani. Non c’è più benzina per reagire, così il tempo scorre tiranno e all’ultima sirena il tabellone segna 67-73.

Dolomiti Energia Trento: Kelly 4, Blackmon 9, Craft 9, Pascolo 6, Mian 8, Forray 24, Knox 0, Mezzanotte 3, Lechtaler 0. All. Brienza

Virtus Segafredo Bologna: Gaines 0, Pajola 3, Baldi Rossi 4, Markovic 8, Ricci 7, Cournooh 2, Hunter 11, Weems 2, Teodosic 23, Gamble 13. All. Djordjevic

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.