Valli-Ray: litigio, parole forti e poi le scuse, tutto risolto?

Home Serie A News

La questione Valli-Ray si esaurisce, almeno per adesso e tutto il popolo virtussino spera sia così. Si esaurisce questa mattina, alle 9.23, quando tramite una nota della società il capitano Allan Ray scrive una breve lettera di scuse ai tifosi:

“Cari tifosi, il vostro capitano vi scrive per spiegarvi che non sono stato opportuno nelle mie dichiarazioni sui giornali di oggi.  Non volevo offendere il Club, i compagni di squadra o l’allenatore che è  IL MIO ALLENATORE in Italia. Ho ammesso i miei errori e mi scuso con chiunque possa aver capito una qualche forma di critica, conseguenza solo di mia frustrazione. Il mio focus è solo vincere la prossima partita, portare la squadra ai playoff e continuare ad essere il portabandiera della mia Virtus nei prossimi 2 anni.

Forza Virtus!”

10-11-Ray-364x245Ma andando con ordine, tutto inizia nel dopo-partita di Cremona quando, in conferenza stampa, coach Valli accusa qualcuno dei suoi di essere stato troppo egoista e di non aver passato la palla nei momenti chiave. Allan Ray durante la partita aveva chiesto al suo coach di farlo giocare nei momenti chiave del match; considerazione non presa molto bene dall’allenatore bianconero che a fine partita, sull’autobus di ritorno a Bologna, non accetta le scuse del suo capitano. L’atto secondo avviene martedì, quando la squadra e lo staff tecnico si sono ritrovati in palestra per la consueta seduta video. E’ proprio in questa occasione che scoppia la bomba: Valli, davanti al video della partita con Cremona, accusa nuovamente Ray (e anche Hazell che però non dichiara nulla) di essere stati egoisti, gli dice che se le cose non gli stanno bene può andare a casa e, detto fatto, Allan Ray lascia la seduta per poi ritornare in ritardo all’allenamento. Poi lo stesso Ray dichiara: “Sono andato via perché me lo ha detto lui (Valli ndr), non perché lo volevo io.”  Poi il capitano bianconero accusa anche Valli di avergli detto frasi forti come “ho sbagliato a farti rinnovare per altri due anni.” 

Passa un giorno (ieri ndr), la società non si esprime, Valli minimizza parlando di “nervosismo positivo” ma per Allan Ray il caso non è chiuso e, intervistato da Stadio e dal Corriere di Bologna, non le manda a dire al suo coach che, a detta sua, voleva farlo passare per quello cattivo. Si arriva poi a stamattina quando, dopo aver letto le lunghe interviste odierne del proprio capitano, la Virtus Bologna espone, finalmente verrebbe da dire, tramite un comunicato le scuse di Allan Ray. Questione risolta? Per la Virtus, per l’ambiente e per i suoi tifosi si spera di si, con ancora quattro partite da giocare e soprattutto con qualcosa ancora per cui giocare, “rovinare” la stagione attuale e soprattutto quella prossima per un video sarebbe da principianti.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.