victor sanders

Victor Sanders contromano in autostrada: la dura condanna della Reyer Venezia

Home Serie A News

Questa mattina, su VeneziaToday, era stato riportato di un giocatore della Reyer fermato dalla polizia perché stava percorrendo l’autostrada in contromano a gran velocità. Il nome dell’atleta non era stato specificato, ma l’episodio era avvenuto dopo la gara di EuroCup tra Venezia e il Promitheas di ieri sera, alle 6 del mattino circa. Fortunatamente non ci sono stati feriti. Precedentemente, intorno alle 3 di notte, lo stesso giocatore era stato cacciato da un bar dopo un diverbio con altri clienti.

“Mi stavo recando in aeroporto per un viaggio di lavoro. Erano le ore 5.15 e viaggiavo da Conegliano in direzione Venezia. All’altezza delle curva che immette sul rettilineo del ponte sul fiume Piave, procedendo in corsia centrale ho scorto sei riflessi che provenivano dalla corsia di sorpasso. Ho scartato leggermente a destra e questo pazzo mi è sfrecciato sul lato sinistro. Procedeva in corsia di sorpasso ad una velocità che posso stimare attorno ai 120 km/h. Ho sfanalato, come anche i camion che mi seguivano. Ma costui non ha accennato minimamente a frenare. Mi sono fermato e ho chiamato il 113. Quando sono giunto ai primi tabelloni luminosi, a Treviso nord, ho visto che veniva segnalata una vettura contromano e si intimava agli automobilisti di sostare a destra” ha raccontato un automobilista a TrevisoToday.

Quel giocatore poco fa si è scoperto essere Victor Sanders. La Reyer Venezia ha emesso un durissimo comunicato in cui condanna le azioni del proprio atleta e si riserva il diritto di prendere ulteriori provvedimenti. Sanders, che sta segnando 8.1 punti di media in campionato e 7.4 in EuroCup, rischia ora seriamente di essere tagliato.

L’Umana Reyer Venezia, preso atto dei deplorevoli e gravissimi accadimenti di questa notte, si dissocia e deplora con assoluta fermezza la condotta del proprio tesserato coinvolto Victor Sanders.

Tale condotta, ferma ogni responsabilità di legge del suddetto atleta, si pone in totale contrasto con i valori del Progetto Reyer – fortemente condivisi con i suoi affezionati partecipanti, sostenitori e Partner con i quali la Società si pregia di collaborare – che la stessa ha voluto attestare attraverso la certificazione ESI2010, ottenuta nel 2010 come primo ente sportivo professionistico dall’Istituto Certificazione Etica nello Sport.

Di conseguenza, anche al fine di tutelare i sopracitati valori e la propria immagine e reputazione nella maniera più appropriata, la Società adotterà i più opportuni provvedimenti nei confronti del tesserato coinvolto, offrendo in ogni caso la propria più ampia disponibilità e collaborazione alle Autorità competenti.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.