virtus bologna eurocup

Virtus Bologna-Bursaspor, le pagelle: Teodosic sontuoso. Belinelli e Jaiteh fondamentali

Coppe Europee Eurocup Home

Le note di “We are the Champions” dei Queen hanno accolto il trionfo finale della Virtus Segafredo Bologna che ha sconfitto 80-67 il Bursaspor e ha alzato al cielo l’Eurocup 2021/2022 conquistando anche il pass per disputare la prossima Eurolega.

 

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA

Amedeo Tessitori SV: non gioca nemmeno un minuto intero.

Isaiah Cordinier, 7. Nei quasi 13′ in campo non segna ma fa sentire il suo atletismo nella metà campo divensiva

Nico Mannion, SV: solo 42” in campo.

Marco Belinelli, 7.5. La sua esperienza internazionale si sente tutta. Segna canestri molto pesanti e fa sentire la sua leadership.

Alessandro Pajola, 7. Sul piano dei punti resta a secco ma in regia e sul fronte della grinta difensiva è un’autentica garanzia e una pedina preziosissima per Scariolo. Energia pura e 6 assist che dicono tanto sulle sue capacità.

Kevin Hervey, 6.5. E’ lontano dalla forma di inizio stagione ma non per questo non si rivela utile. Sono infatti pesantissimi i suoi due canestri nel quarto quarto per fermare la rimonta turca.

Mam Jaiteh, 8.5. Sotto canestro è troneggiante. la chiude lui nel finale e porta a casa un’altra doppia doppia mettendo la ciliegina sulla torta di una stagione europea da incorniciare.

Toko Shengelia, 7. Si dedica al lavoro più sporco e si mette al servizio della squadra con una partita di pura sostanza. Il suo innesto è stato a dir poco determinante.

Daniel Hackett, 7. Anche in questo caso partita silente sul piano del fatturato offensivo ma di grandissima caratura sul piano della difesa, della grinta e della leadership nella conduzione della squadra.

Jakarr Sampson, 7.5. Devastante il suo cambio di passo nella seconda parte di stagione. Difende, stoppa e sa farsi trovare pronto anche in attacco soprattutto quando al squadra corre.

Kyle Weems, 8. E’ uno dei leader di questa squadra e lo fa vedere a suon di canestri e trascinando i compagni.

Milos Teodosic, 9. Serata ai limiti della perfezione per l’asso serbo che si carica la squadra sulle spalle. 21 punti e tantissima sostanza.

 

FRUTTI EXTRA BURSASPOR

John Holland, 5. Va troppo a sprazzi e non fa vedere con continuità la grinta che lo ha a lungo contraddistinto

Derek Needham, 5. Fatica sul piano fisico a tenere il confronto con gli esterni virtussini e in attacco va a corrente alternata.

Metin Turen, 4. Serata da dimenticare. Non riesce a incidere.

Onuralp Bitim, 5.5. 12 punti sono troppo pochi per tenere a galla il Bursaspor in una serata a dir poco storta per Andrews. Mezzo voto in più per grinta e buona volontà.

Andrew Andrews, 4. E’ il grande assente della serata. Non trova la quadratura del cerchio per scardinare la difesa fisica della Virtus e anche da fuori litiga con il canestro. La stoppata finale subita per mano di Weems è l’emblema della sua serata no.

Kevarrius Hayes, 5. Commette subito due falli e poi prova a rimettersi in partita ma il Bursaspor è ormai già alle corde.

David Dudzinksi, 5.5. Sotto canestro si sbatte e combatte ma è troppo solo contro la devastante batteria di lunghi virtussina,

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.