Kevin Hervey vola a canestro

Virtus Bologna fuori categoria, Varese crolla dopo l’intervallo al PalaDozza

Home Serie A Recap

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – PALLACANESTRO OPENJOBMETIS VARESE 97-56

(21-17, 23-18, 28-16, 25-6)

20 minuti di partita al PalaDozza poi Varese crolla al cospetto di una Virtus Bologna troppo superiore. Nel primo tempo, nonostante le fiammate delle Vu Nere, la OJM non è mai di fatto uscita dalla gara: alla sfiorata doppia doppia di Kevin Hervey, la squadra di coach Vertemati ha risposto con i blitz di Sorokas e Beane restando sotto la doppia cifra di stacco, ma la differenze di energie e intesa del gruppo si sono viste tutte nella seconda metà della partita. 13-2 il parziale che ha spaccato in modo definitivo la partita portandola nelle mani della compagine bolognese con le triple di Belinelli (17 punti finali, 4/6 da tre) e le giocate dei lunghi sotto canestro. Bologna conquista la seconda vittoria consecutiva; Varese si ferma dopo la W casalinga contro Brescia.

La gara

Pronti via la Virtus esce dai blocchi di partenza spiazzando Varese. 3/4 da tre punti con Pajola che apre le danze – rubando anche due palloni – seguito poi da Teodosic e Weems per lanciare il parziale di 11-1 che stordisce gli ospiti. Tiro da tre e difesa pressante: così le Vu Nere provano a scappare, ma con l’ingresso in campo di Paulius Sorokas e Anthony Beane la OJM cambia faccia. Risposta e contro parziale bianco rosso: il lituano segna 7 punti in un paio di minuti, Beane segue a ruota con altri 5 per cucire fino al 21-16 anche col primo canestro di LBA di Guglielmo Caruso.

Molto convinto anche l’inizio del secondo quarto. Il gioco della Virtus è veloce e la sua produzione offensiva riesce a ricreare un distacco che le permette di riprendere il controllo. Hervey, spesso servito da un ispirato Michele Ruzzier, è la costante della seconda frazione firmando 8 punti (5/8 totale da due) per scrivere il 34-23 e riconsegnare la doppia cifra di vantaggio ai suoi. Funziona bene l’attacco dei ragazzi di coach Scariolo ma altrettanto fa la difesa che annulla Gentile (1 punto in 12 minuti al 17’) e lascia pochi spazi alla Pallacanestro Varese. La compagine varesina però resta in partita con alcuni guizzi che sono delle vere e proprie boccate d’ossigeno, come le triple di Amato e Beane, nel momento in cui le Vu Nere comandano il ritmo e chiudono il primo tempo sul 44-35.
Nuovo inizio di quarto e nuovo parziale di una Virtus che fa per davvero la voce grossa e indirizza la gara nel modo decisivo. Ancora Hervey è protagonista con 5 punti veloci e poi lascia il compito a Belinelli, Weems e Jaiteh di scrivere anche il +20 sul 57-37 a metà frazione. Da qui Bologna dilaga giocando senza pietà e piovono anche le bombe bianconere che portano la firma dei soliti noti Weems, Pajola e Belinelli (8/21 al 29’) che fa esplodere la seconda allo scadere del quarto, 72-50, per i punti personali numero 10,11 e 12.
L’ultimo quarto della partita è solo una formalità ma la Virtus gioca ancora ad alta intensità, anche dopo aver superato i 30 punti di distanza, per rodare gli ingranaggi e per dare spettacolo con alcune giocate di Teodosic per gli Alibegovic o i Jaiteh di turno per arrivare fino al +41 – 93 a 52 a due minuti prima della sirena finale.

Tabellino

Bologna: Tessitori 4, Belinelli 17, Pajola 7+5 recuperi+3 assist, Alibegovic 13, Hervey 23, Ruzzier 0, Ferdeghini 0, Jaiteh 7, Alexander 0, Barberi 2, Weems 19, Teodosic 5;

Varese: Gentile 9, Amato 4, Beane 7, Sorokas 13, De Nicolao 0, Wilson 3, Egbunu 14+11 rimbalzi, Ferrero 0, Jones 4, Caruso 2, Zhao NE;

Foto copertina: Virtus Bologna 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.