Zion Williamson: “I primi anni di liceo ero piccolino, poi in un paio di stagioni…”

Home NCAA News

Zion Williamson è il più popolare e chiacchierato prospetto dai tempi di LeBron James e sembra proiettato verso la prima scelta assoluta al prossimo Draft, grazie ai successi della sua Duke e alle medie di 22.4 punti e 9.2 rimbalzi, oltre che ad uno spaventoso atletismo. Negli ultimi mesi se ne sono dette molte sul classe 2000: dal paragone con una Jeep in corsa, ai complimenti ricevuti da star del calibro di LeBron.

In un’intervista a GQ, Williamson, che ora dovrebbe pesare intorno ai 130 chili, ha raccontato del proprio cambiamento fisico durante gli anni di high school, definendosi “small”, piccolino, durante la prima stagione al liceo.

Non mi sono mai messo a fare troppi pesi fino al mio anno da junior. Da freshman ero piccolino. Ero alto 1.90m [ora 2.01, ndr] e pesavo circa 80 chili: ero piccolino. Nel giro di un paio di anni ho messo su 45 chili. Voglio dire, non mi ero nemmeno accorto della trasformazione. L’ho scoperto solo quando mi sono pesato: “Wow! Sono 130 chili. Davvero? Non mi sento così pesante, non mi sento così lento”. Con il nuovo peso è arrivato più atletismo e nuove cose che potevo fare. La gente dice che devi crescere nel tuo corpo, ma per me non è stato così. Il peso in più non mi ha ostacolato. Mi ha reso più veloce, più forte. Mi ha aiutato a diventare un giocatore più versatile.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.