towns nba

Ci saranno restrizioni severe per i giocatori NBA non vaccinati

Home NBA News

I giocatori sono le uniche figure del mondo NBA per i quali la vaccinazione contro il Covid-19 non è ancora obbligatoria. Nei giorni scorsi la Lega aveva annunciato che tutti gli arbitri, se vorranno lavorare nella prossima stagione, dovranno vaccinarsi, così come tutte le persone che vengono a contatto con gli atleti nelle palestre e nei palazzetti. La scelta della NBA di lasciare libera scelta ai giocatori è dovuta probabilmente al non voler scontentare coloro che sono contro il vaccino, “tenendoseli buoni” ma nel frattempo limitando i danni chiedendo a chiunque altro di tutelare loro e sé stessi.

Per i giocatori che non vogliono vaccinarsi ci saranno comunque delle restrizioni severe, se non altro per alcuni di essi. Coloro che vivono e quindi giocano nelle zone che lo richiedono, non potranno entrare nelle arene o nelle palestre per fare attività se non saranno vaccinati. Come riportato da Shams Charania, questo provvedimento coinvolge ad esempio le squadre di New York, Knicks e Nets, e i Golden State Warriors. Tradotto: chi non sarà vaccinato in queste zone, non potrà nemmeno giocare le partite a meno che non abbia un’esenzione medica o religiosa provata.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.