Gianni Petrucci EuroLega

Gianni Petrucci: “Non saremo più deboli, non si può dire no alla Nazionale”

Home Nazionali News

Da ieri è ufficialmente iniziata, col raduno di Trieste, l’esperienza di Gianmarco Pozzecco sulla panchina della Nazionale. Intervistato da La Nuova Sardegna, il presidente federale Gianni Petrucci ha voluto soffermarsi su un argomento a lui molto caro: la presenza dei big in Nazionale.

Secondo il Poz, nessuno avrebbe davvero detto di no (i rumors dicono che Hackett e Belinelli non torneranno in azzurro), ma piuttosto di aver ricevuto qualche nì. Petrucci è stato più netto, sottolineando come ci siano delle sanzioni che da questo momento in avanti verranno applicate se qualche giocatore convocato dovesse rinunciare alla Nazionale.

Non esiste dire che una squadra concede i giocatori. È un diritto della Federazione, sulla base delle convocazioni del Commissario tecnico della Nazionale, chiamare chi ritiene opportuno. E se questi giocatori non vengono in Nazionale i regolamenti ci sono e noi adotteremo i provvedimenti del caso. Ovviamente, fanno eccezione gli infortunati. Ma il termine “concedere” non esiste, finora l’ho sopportato ma evidentemente siamo stati deboli, e in futuro non lo saremo più. Poi sarà Pozzecco a fare le sue valutazioni e decidere chi chiamare.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.