john stockton

Gonzaga sospende l’abbonamento di John Stockton per le sue posizioni sul Covid

Home NCAA News

John Stockton è probabilmente la figura del mondo NBA maggiormente estremista quando si parla di vaccini. La leggenda degli Utah Jazz è infatti un convinto no-vax e lo ha dimostrato più volte negli ultimi anni, di recente quando aveva espresso grande solidarietà a Kyrie Irving. Se però Irving, sebbene non si voglia vaccinare, non si sia lanciato in teorie complottiste (almeno stavolta), lo stesso non si può purtroppo dire di Stockton.

Stockton è andato talmente oltre il limite che l’università di Gonzaga, che il playmaker aveva frequentato da ragazzo e dove si reca abitualmente per vedere le partite dei Bulldogs, ha deciso di sospendergli l’abbonamento stagionale. Stockton ha spiegato la decisione dell’ateneo in un’intervista a The Spokesman, raccontando come sia arrivata a causa del fatto che non indossasse la mascherina alle partite:

Essendo io una figura pubblica, un po’ più visibile degli altri, ho dato nell’occhio. Alla fine hanno ricevuto delle lamentele perché non indossavo la mascherina, potevano chiedermi di indossarla oppure sospendere il mio abbonamento.

Non avrei mai pensato in vita mia potessi perdere i miei biglietti perché non indosso una mascherina ad una partita. Non avrei mai pensato a delle droghe obbligatorie [i vaccini, ndr]. Non avrei mai pensato che avrei visto vicini di casa, amici e persone presenti nella stessa arena insultarsi a vicenda per questo. “Ehi, quel tizio non indossa una mascherina! Sei vaccinato?”. Non avrei mai pensato che avrei dovuto comunicare la mia cartella clinica o che mi sarebbe servito qualche documento per salire su un aereo. Ci sono tante cose che non avrei mai pensato potessero succedere, ma che stanno succedendo ora.

Nella stessa intervista, John Stockton si avventura anche in statistiche decisamente false su fantomatici atleti morti a causa dei vaccini, addirittura in campo.

Penso che a questo punto sia risaputo che ci sono 150, o comunque più di 100 atleti professionisti morti nel fiore degli anni che sono vaccinati. Morti proprio sul terreno di gioco. Ci sono 20.000 morti a causa del vaccino che il CDC conta solo per l’1%. I veri numeri sono probabilmente molto più alti, ma loro ne comunicano solo una minima parte. Hanno fermato l’iniziale sistema vaccinale per 25 morti e ora siamo ben oltre le 20.000 che però concedono. Oltre un milione di persone si sono ammalate.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.