josh primo

I dettagli del caso Josh Primo, accusato di esibizionismo

Home NBA News

Josh Primo pochi giorni fa è diventato ufficialmente free agent, dopo che nessuna squadra ha “reclamato” il suo contratto mentre era tra i waivers, dopo il taglio improvviso da parte dei San Antonio Spurs. Nei giorni scorsi era emerso che il motivo della separazione sarebbero più episodi di esibizionismo, con Primo che si sarebbe denudato o comunque avrebbe mostrato i genitali a delle donne.

Oggi sono stati diffusi i dettagli della vicenda. La psicologa dei San Antonio Spurs, Hillary Cauthen, ha fatto causa agli Spurs e al giocatore per diversi episodi di esibizionismo, e quindi molestie sessuali, a partire dal dicembre 2021. La donna avrebbe informato gli Spurs nel gennaio 2022, la franchigia avrebbe però ignorato le sue richieste di provvedimenti. In totale Primo avrebbe mostrato i genitali alla donna per ben 9 volte.

Durissima è stata la risposta dell’avvocato di Josh Primo, William J. Briggs II:

In un atto di tradimento nei confronti del suo giovane cliente, la dottoressa Cauthen, che ha 40 anni, ha dichiarato falsamente che Josh Primo si sarebbe denudato davanti a lei durante numerose sedute di terapia. Le accuse della dottoressa sono una sua completa fabbricazione, un racconto romanzato oppure una totale fantasia. Josh Primo non si è mai denudato intenzionalmente davanti a lei o ad altre persone e non era nemmeno consapevole che le sue parti intime fossero visibili e che uscissero dai suoi pantaloncini.

Ciò che rende queste accuse ancora meno credibili è il fatto che la dottoressa Cauthen non abbia mai informato il paziente di questo fatto. La dottoressa Cauthen era il supporto di Primo per la salute mentale e la sua confidente. Una terapista di cui il signor Primo si fidava. Lei è molto più grande del signor Primo, con molti anni di esperienza come psicologa sportiva. È incredibile che non si sia preoccupata di comunicare al suo paziente che i suoi genitali fossero visibili fuori dai suoi pantaloncini.

Secondo Tony Buzbee, avvocato di Cauthen, il taglio di Primo sarebbe arrivato dopo che il giocatore si sarebbe denudato davanti ad un’altra donna, durante una recente trasferta a Minneapolis. Il giocatore sarebbe quindi recidivo: oltre alla psicologa, un’altra vittima sarebbe stata fatta a Las Vegas a luglio, durante la Summer League. “La condotta di Primo è ben fuori dalla sfera che si considera normale e accettabile. Il suo comportamento sciocca le coscienze. Aggiungerei anche che la condotta degli Spurs, il modo in cui hanno gestito la cosa, sia stata vergognosa e assolutamente senza senso” ha dichiarato Buzbee in una nota.

“L’organizzazione per la quale lavoravo mi ha tradita… Ho parlato. Ho chiesto aiuto. Ho dato delle opzioni. La mia voce e i miei sentimenti, tutto è stato messo a tacere. A causa della mancanza di azione e protezione dei propri dipendenti, altre persone sono state impattate da questa storia, e questo mi dispiace molto” le parole della dottoressa Cauthen.

Fonte: ESPN

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.