James incontenibile, Milano supera un’ottima Bologna al PalaDozza

Home Serie A Recap

Virtus Bologna 79-88 Olimpia Milano

(16-22; 24-17; 24-30; 15-19)

Partita decisamente non facile per la squadra di coach Pianigiani, che due giorni dopo la trasferta in Montenegro si ritrova a giocare contro la Virtus Bologna e un infuocato PalaDozza. A spuntarla è l’Olimpia, ma al termine di una gara incerta fino alle ultime battute.

La gara parte subito sul filo dell’equilibrio: uno scatenato Mike James sigla tutti e 9 i punti iniziali di Milano, ma dall’altra parte anche l’attacco della Virtus è particolarmente fluido. Ci si ritrova dunque sul 9-9, dopo 4 minuti gioco. Nessuna delle due squadre riesce a imporsi, fino a quando Milano, grazie a Nedovic, con uno strappo si porta sul +6 (16-22), punteggio sul quale si chiude il primo quarto.
Un immediato parziale di 6-0 permette a Bologna di impattare nuovamente la gara. L’equilibrio torna, finché questa volta non è la Virtus a provare lo strappo: un ottimo Qvale porta i suoi sul +5 (36-31), quando son passati 17 minuti dall’inizio della gara. Nedovic ricuce lo strappo, M’baye e Qvale provano ancora a far scappare i padroni di casa, ma il primo tempo si chiude con Bologna avanti di una sola lunghezza, sul 40-39.

Ad inizio del terzo quarto, è la Virtus ad avere il controllo della gara. Taylor, Kelvin, Punter e Qvale: sono questi i quattro nomi che lo speaker del PalaDozza si ritrova a chiamare, azione dopo azione, nella bolgia del pubblico bolognese. L’ex M’baye porta i bianconeri sul +6 (51-45), vantaggio toccato diverse volte prima della definitiva reazione milanese: due triple consecutive, firmate James e Nedovic, impattano al gara sul 60-60. A questo punto è Milano a prendere il controllo, e con altre conclusioni da oltre l’arco si ritrova saldamente avanti alla fine del terzo quarto, sul 64-69.
L’ultima frazione di gioco si apre con la contro-reazione bolognese: Aradori e Cournooh suonano la carica, e la Virtus rimette la testa avanti sul 73-72. Tuttavia, il solito Micov spegne gli entusiasmi degli emiliani, e insieme a James contribuisce a ricacciare Bologna sul -7 (73-80) quando mancano poco più di 3 minuti dal termine. A chiudere la gara è la schiacciata del 79-86 firmata da Gudaitis. L’incontro termina 79-88.

Virtus Bologna: Punter 14, Martin 6, Pajola 0, Taylor 15, Baldi Rossi 0, Kravic 6, Aradori 8, M’baye 7, Cournooh 15, Qvale 18

Olimpia Milano: James 26, Micov 11, Gudaitis 14, Bertans 0, Fontecchio 0, Nedovic 18, Kuzminskas 2, Cinciarini 0, Burns 12, Brooks 2, Della Valle 3

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.