kobe bryant

La Contea di Los Angeles patteggia con due famiglie colpite dall’incidente che uccise Kobe Bryant

Home NBA News

Se la causa di Vanessa Bryant alla Contea di Los Angeles per le foto, illegittimamente scattate e diffuse da alcuni agenti, della scena dello schianto dell’elicottero sul quale viaggiavano Kobe, Gianna Bryant e altre sette persone è ancora lontana dal risolversi, le autorità hanno patteggiato con due delle altre famiglie coinvolte. Come riportato da ESPN, la Contea ha trovato un accordo economico con le famiglie Mauser e Altobelli.

In particolare, Matthew Mauser, rimasto vedovo alla morte della moglie nell’incidente, riceverà un risarcimento di 1.25 milioni di dollari. Stessa cifra che verrà pagata anche a JJ e Alexis Altobelli, che hanno perso entrambi i genitori e la loro sorellina di 14 anni. Entrambe le famiglie, così come Vanessa Bryant, avevano accusato la Contea di aver avuto ripercussioni psicologiche per le foto scattate e diffuse illegalmente.

Ieri era stata rifiutata invece la richiesta della Contea di effettuare una perizia psichiatrica su Vanessa, visto che la tesi della difesa era che fosse stata condizionata più dalla tragedia che dalle foto. La moglie di Kobe non patteggerà e continuerà la propria battaglia in tribunale, così come per ora prosegue anche la causa della famiglia Chester.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.