La Reyer Venezia rifila 35 punti di scarto ad una pietosa Vuelle Pesaro

Serie A Recap

UMANA REYER VENEZIA 97-62 VUELLE PESARO

(27-9 / 25-19 / 28-14 / 17-20)

Una partita che dopo i primi 10 minuti già aveva perso di significato, con l’Umana Reyer Venezia che ha preso il largo nel primo quarto ed ha contenuto la Vuelle lasciandola a soli 9 punti nei primi dieci minuti; con la differenza tecnico-tattica delle due squadre è stata evidente lungo tutti i 40 minuti dell’incontro. Venezia gioca un’ottima pallacanestro di squadra e va a segno con 11 giocatori sui 12 a disposizione (solo Cerella chiude a 0), con Stefano Tonut che è il top scorer con 22 punti; mentre per Pesaro merita una menzione positiva solamente il giovane Alexander Shashkov che nei soli 10 minuti in cui è stato in campo si è fatto notare in maniera molto positiva in entrambe le metà campo.

Dopo una serie di errori da entrambe le parti è Julian Stone che per primo fa muovere la retina al Taliercio, a cui risponde subito Eric McCree. L’attacco di Pesaro è molto confusionario e, come logico, produce solo tiri forzati e palle perse; mentre quello di Venezia è più ordinato ma le percentuali non rendono giustizia alla squadra di De Raffaele in questo inizio dato che il punteggio è 8-4 dopo ben 5 minuti di gioco. La Vuelle continua a scheggiare il ferro, mentre la Reyer inizia a prendere il largo con le triple in successione di Haynes e Stone e il canestro di Tonut che raggiunge quota 6 punti. Tonut e due volte Bramos segnano da dietro l’arco, mentre Pesaro trova finalmente la via del canestro prima con McCree e poi con Mockevicius, ma già Venezia ha messo 17 punti fra sé e gli avversari. Termina 27-9 un primo quarto dove Venezia, eccetto per i primi 2 minuti, ha trovato con continuità la via del canestro; con Pesaro che è completamente in balia degli avversari.

McCree e Artis provano a riaccorciare le distanze per Pesaro, ma Watt prima e poi Giuri con due triple consecutive portano Venezia al massimo vantaggio fin ora: +21. Grazie a Blackmon, Pesaro segna al sesto tentativo la prima tripla della partita, ma dall’altra parte c’è il gioco da tre punti di Mitchell Watt che annulla la tripla della guardia pesarese. Monaldi trova bene Ancellotti che segna i primi due punti della sua partita, con Pesaro che torna sotto i 20 punti di svantaggio solo per un attimo perché prima Daye poi Tonut, sfruttando un Blackmon assente in difesa, riportano Venezia sopra di 21 lunghezze. C’è l’esordio in maglia Vuelle Pesaro del giovane Alexander Shashkov (classe 2000) che subito si va notare contendendo e strappando un rimbalzo a Daye, per poi batterlo sulla riga di fondo e concludere con un reverse per i suoi primi due punti in Serie A. Negli ultimi minuti di primo tempo la Reyer riesce ad aumentare il margine di vantaggio, grazie a Biligha e Tonut, e così si va negli spogliatoi con il punteggio sul 52-28.

A inizio secondo tempo la musica non cambia con Vidmar e Daye a traghettare l’attacco veneziano, mentre Pesaro riesce solo al minuto 23 dell’incontro a superare quota 30 punti di squadra con il centro di Dominic Artis. Bramos e Haynes continuano a martellare da dietro l’arco, mentre Pesaro mentalmente continua a essere fuori dalla gara: parziale di 15-6 dopo 4 minuti e timeout obbligato per coach Galli che, ormai, non sa veramente che cosa fare. Pesaro prova a spingere in un momento in cui la Reyer allenta la pressione e mette a segno un parziare di 0-6 con Murray e Artis, ma subito Venezia torna sui suoi passi e Mazzola trova la tripla del nuovo +30. Il vantaggio dei locali continua a diventare sempre più largo grazie al break firmato Tonut, De Nicolao, Giuri e Biliga che mettono a segno un parziale di 10-0. Il terzo quarto termina con il punteggio di 80-42. 

Gli ultimi dieci minuti si giocano solamente per dovere di cronaca, come del resto tutto il secondo tempo, e la partita volge al termine con il punteggio di 97-62.

TABELLINI:

VENEZIA: Haynes 9; Stone 5; Bramos 9; Tonut 22; Daye 9; De Nicolao 5; Vidmar 4; Biligha 9; Giuri 13; Mazzola 5; Cerella 0; Watt 7.

PESARO: Blackmon 7; McCree 14; Artis 8; Murray 13; Conti 0; Ancellotti 8; Shashkov 2; Monaldi 5; Mockevicius 5; Zanotti Giunta e Centis N.E.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.