Le pagelle di Varese-Bologna: Saunders e Aradori sugli scudi, lottano Egbunu e De Nicolao

Home Pagelle Serie A

Nel recupero della. 17esima giornata, Varese perde in casa contro la Fortitudo Bologna permettendo alla Effe di conquistare la prima vittoria a Masnago dopo un lungo digiuno di 16 anni.

OPENJOBMETIS VARESE

RUZZIER 5: spesso oscurato dalla presenza di Fantinelli e poi Banks, il play della OJM non riesce a mettersi in luce. Prova a mettere il turbo 

DE NICOLAO 6: dopo due partite a secco viene inserito nella gara nel momento più buio della squadra. Fa vedere qualche scintilla che permette a Varese di tenere accese le speranze della rimonta con un tiro da dentro e una tripla per il 59 a 71. Lotta con grinta. 

DOUGLAS 5: batterie scariche e mani fredde per Toney. Varese perde la bussola dall’alba del terzo quarto, la guardia ex NBA cerca di mettersi in ritmo con alcune soluzioni individuali che però non incidono.

JAKOVICS 4.5: partita decisamente sotto tono per Ingus che non riesce a farsi sentire come nelle ultime tre partite. 

BEANE 5: spento rispetto alle ultime tre gare contro Brindisi, Cremona e Brescia. Dalla panchina manca il suo supporto fatto di energie e intensità 

DE VICO 5: 13 minuti per l’ala di Bulleri, un po’ impacciata nel contenere gli sprint dei diretti avversari

FERRERO s.v.: solo 3 minuti in campo per il capitano

STRAUTINS 5: lontano dalla prestazione dell’andata quando il lettone, insieme a Douglas e Ruzzier, risolse da tre punti nel quarto decisivo una gara davvero complicata. 3/7 da tre, 0/2 da due in 28 minuti

SCOLA 5.5: rispecchia l’andamento di Varese nella gara. Ottimo approccio nel primo tempo, a maggior ragione nel primo quarto, poi si spegne gradualmente nel corso della partita. Solo 6 punti nel secondo tempo sui 19 totali, accompagnati da 8 rimbalzi

EGBUNU 6.5: forza ed esplosività ci sono, in uscita dalla panchina sono utili a Varese soprattutto nel secondo tempo. Sotto le plance, il suo talento atletico viene alla luce con 3 stoppate impressionanti che spaventano Hunt e Saunders e un buon contributo a rimbalzo. 4 punti e 7 rimbalzi in 17 minuti e 47 secondi, uno degli spunti positivi della Openjobmetis di questa sconfitta. Non si arrende mai

Coach BULLERI 5: un primo quarto da 26 punti e doppia cifra di vantaggio sembra un ottimo inizio per la Openjobmetis che però poi perde tono e si fa scoraggiare da una Fortitudo abile a sfruttare le lacune difensive della squadra di casa

FORTITUDO BOLOGNA

BANKS 7: partita a due facce per l’ex più importante della partita. Nel primo tempo sbaglia tanto, ma fatica a reagire, nel secondo tempo ritrova efficacia e soprattutto punti, quelli che servono all’americano per scaldare le mani e finire con PERCENTUALI

FANTINELLI 7: tanti minuti di qualità per l’italiano che copre, nel primo tempo, dove nono può  arrivare Banks prendendosi responsabilità e portando una costanza necessaria e vitale per le Effe. 8 punti – tutti nel primo tempo – conditi da 7 rimbalzi e 5 assist fondamentali per la carica bolognese. 

BALDASSO 6: 25 minuti per il neo azzurro che offre un’alternativa valida, almeno nei primi 20 minuti, al compagno di reparto americano. Con una tripla in più segnata – 1/6 totale – avrebbe potuto raggiungere la seconda doppia cifra consecutiva.  

ARADORI 7: si accende quando sente l’odore del sangue. Mette due triple consecutive nel momento più importante della partita, nel quarto parziale, quando la OJM cerca di accorciare dal -12. 

SAUNDERS 7.5: contributo silenzioso, ma efficace per l’ala ex Cremona. Lascia che sia il gioco a parlare per lui nel primo tempo quando aiuta la Fortitudo a rimontare la larga doppia cifra di svantaggio. I parziali decisivi della partita portano principalmente la sua firma, in attacco e in difesa 

WITHERS 6.5: pilastro della difesa bolognese nel terzo quarto. La Effe stacca gli avversari giocando energicamente in attacco ma sfoggiando una difesa di ferro, protagonista proprio l’ala di Dalmonte

HUNT 6.5: fastidioso ed incisivo sotto canestro per la squadra di Dalmonte. 10 punti e 5 rimbalzi in 25 minuti combattendo sotto le plance

CUSIN 6.5: l’esperienza e alcune giocate nel traffico del pitturato sia offensivo sia difensivo permettono alla Fortitudo di tenere ben saldo il vantaggio. 

Coach DALMONTE 7: nonostante la fatica iniziale, la Effe sale di livello nel secondo quarto e mette la freccia nel terzo quarto. La difesa di ferro toglie soluzioni all’attacco varesino e l’attacco si mantiene gli alti giri del motore colpendo anche nei momenti decisivi della partita. Vittoria importante viste le due assenze di Totè e Sabatini

Foto copetina: sito ufficiale Pallacanestro Openjobmetis Varese

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.