miles bridges

Miles Bridges “patteggia”: ecco quale pena dovrà scontare

Home NBA News

Si è arrivati ad un epilogo anticipato della terribile vicenda che ha purtroppo visto protagonista Miles Bridges. Il giocatore degli Charlotte Hornets, ancora restricted free agent proprio perché nessuno ha voluto offrirgli un contratto in offseason per la situazione giudiziaria, ha deciso di “accettare” l’accusa di violenza domestica nei confronti della fidanzata. Il giocatore ha evitato così il carcere, ma ha preso una condanna a 3 anni di libertà vigilata. Ovviamente questo significa che Bridges è colpevole del reato, anche se non si è dichiarato tale davanti ad un giudice. D’altronde anche i lividi che la fidanzata aveva mostrato sui social non lasciavano grandi spazi ai dubbi.

Come parte dell’accordo, sono state “cancellate” anche alcune accuse da parte della donna, come quella di averla ferita severamente durante l’episodio di violenza. Bridges dovrà completare un percorso di 52 settimane riguardante la violenza domestica, più 100 ore di servizi sociali e dovrà sottoporsi settimanalmente a dei test per la marijuana, della quale gli sarà proibito l’utilizzo se non su prescrizione medica. Non potrà possedere armi e dovrà pagare una multa di 800 dollari. In più è stato emesso un ordine restrittivo che impedirà a Bridges di avvicinarsi a meno di 100 yard (circa 91 metri) dalla sua ex fidanzata. Entrambi manterranno la custodia sui due figli, tra l’altro presenti durante l’episodio di violenza dello scorso maggio.

Cosa significa questo per la carriera in NBA del giocatore? Per ora nulla. Bridges potrebbe firmare un contratto e scendere in campo già da domani, come poteva farlo anche finora. Resta da vedere quale squadra si “macchierà” la reputazione per l’avere in squadra un giocatore che si è reso protagonista di un tale episodio di violenza nei confronti della fidanzata. Secondo il contratto collettivo attualmente in vigore comunque la NBA può deliberatamente decidere di multare, sospendere o squalificare Miles Bridges per le sue vicende giudiziarie. In caso di squalifica ovviamente Bridges potrà giocare solo fuori dalla NBA.

Il giocatore arrivava dalla sua miglior stagione in carriera, chiusa con 20.2 punti e 7.0 rimbalzi di media.

Foto: ESPN

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.